21 maggio 2020

pubblicato da: Redazione PetPassion

Quali sono le capacità e le curiosità sui gatti?

Perché ai gatti piace graffiare? E poi sarà vero che i gatti vedono al buio? Queste sono solo alcune delle tante dicerie sulle capacità del gatto che si sento in giro, ma sono tutte vere?

I gatti sono creature spesso enigmatiche e schive, ma a dispetto di quello che si potrebbe pensare sono anche molto affettuosi. I loro comportamenti sono da sempre sotto studio per permettere a noi umani di capire cosa significano miagolii e movimenti della coda o delle orecchie.

Le capacità del gatto dipendono dall’età, dallo stile di vita e dal suo carattere, ma ci sono alcuni comportamenti che sono comuni a molti mici. I loro sensi, ad esempio, sono estremamente raffinati e sensibili tanto da sorprendere ogni volta i proprietari che rimangono ancor più affacinati da questi splendidi animali.

Ma scopriamo insieme tutto quello che sanno fare i gatti! Siamo certi che troverete qualche stranezza inaspettata, ma anche tante capacità del gatto che avete avuto modo di vedere nel vostro micetto di casa.

1. E’ vero che i gatti sanno prevedere l’arrivo della pioggia?
Pare proprio di sì! E non perché siano degli stregoni, ma solo perché quando c’è molta umidità nell’aria, le loro articolazioni si “sciolgono”, facilitando i loro movimenti. Per questo con l’arrivo della pioggia tendono a lavarsi più spesso e passarsi la zampa dietro l’orecchio.

2. Perché si dice che il gatto ha sette vite?
E’ un detto popolare fondato sulla capacità dei gatti di cadere da altezze molto elevate e di sopravvivere anche in situazioni estreme, grazie alla loro proverbiale resistenza fisica.

3. Come fanno a cadere sempre su quattro zampe?
Questo “potere magico” dei gatti è legato in realtà al rapporto tra occhi e orecchie: quando inizia la caduta, infatti, l’apparato vestibolare nelle orecchie del micio comunica rapidamente con gli occhi, registrando la posizione esatta da tenere per cadere in piedi.

4. A cosa servono i baffi dei gatti?
I baffi dei gatti, detti anche vibrisse,  non sono degli ornamenti estetici, ma forniscono ai nostri amici felini importanti e dettagliate informazioni sui movimenti dell’aria, della pressione atmosferica e delle cose che toccano. I baffi rappresentano una delle caratteristiche dei gatti più importanti, sono veri e propri organi indispensabili per la loro vita quotidiana.

5. Conosci tutti i significati del miagolio del gatto?
I gatti hanno diversi modi di comunicare. In particolare, emettono diversi tipi di suoni, a seconda di ciò che vogliono esprimere. La capacità dei gatti, in questo caso, permette loro di emettere suoni che vanno dai miagolii ai soffi, passando per il ringhio e le fusa.

6. E’ vero che i gatti vedono al buio?
Certo che sì! I gatti riescono a vedere al buio sei volte meglio di un uomo, grazie ad un vero e proprio specchio naturale presente nei loro occhi, che gli permette di riflettere la scarsa luce notturna, amplificandola. L’iride è capace di dilatarsi moltissimo, ma comunque i mici non vedono bene in condizioni di buio completo.

7. Cosa significa quando il gatto annusa e apre la bocca?

Un’altra capacità del gatto si cela dietro al gatto che annusa e apre la bocca, facendo una sorta di smorfia. Parliamo del suo olfatto che permette ai felini di riconoscere diverse sostanze, anche quelle non volatili come i feromoni, che inviano messaggi con stimoli nervosi che raggiungono il cervello.

8. Cosa comunicano i gatti con la coda?
I felini comunicano non solo con la voce ma anche, anzi soprattutto, con la coda. Gonfia, verticale, a punto interrogativo: ogni centimetro di coda ha un suo significato.

9. Perché i gatti muovono le orecchie?
Diritte, piatte o girate all’indietro… le orecchie del tuo gatto rivelano molto chiaramente le sue emozioni. Scopri come puoi interpretarle e impara a parlare il linguaggio dei gatti.

10. Perché i gatti fanno le fusa?
Il tipico movimento che il gatto fa spesso sulla pancia del suo umano è detto anche “danza del latte”, perché è un comportamento che conserva da quando era cucciolo, per stimolare la fuoriuscita di latte dal ventre della madre.

11. Perché i gatti sbadigliano?
Ci sono tante teorie a riguardo, le più accreditate però attribuiscono lo sbadiglio alla noia, alla necessità di prendere ossigeno, a un comportamento ancestrale per segnare il territorio o più semplicemente a una tecnica di rilassamento.

12. Perché ai gatti piace graffiare?
I gatti non graffiano solo per affilarsi le unghie, ma anche e soprattutto per esprimere un’ esigenza comunicativa: farsi le unghie sulla zampa del tavolo o sul bracciolo di una poltrona è un comportamento del gatto per segnalare la loro presenza in quel territorio.

13. Perché i gatti si avvicinano a chi li evita?
Chi non ama i gatti di solito fa di tutto per evitare la loro attenzione: non li fissa, non agita mani né altri oggetti davanti ai loro occhi. Questo per i gatti è un segnale rassicurante, perché non vedono una minaccia nella persona e quindi si avvicinano.

14. Perché i gatti si strofinano sulle gambe delle persone?
Lo strofinamento fa parte del complesso linguaggio sociale del gatto: è un modo per lasciare il proprio odore sulle persone, per dire “sei mio!”. Non a caso i gatti singoli tendono ad adottare questo comportamento molto più frequentemente di quelli che vivono con altri gatti.

 

Foto: iStock

Approfondimento: Gourmet