12 dicembre 2018

pubblicato da: PetPassion Redazione

Accogliere un cucciolo in casa: le 5 regole d’oro

I cuccioli di cane e gatto rallegrano la casa e rendono migliori le nostre vite: ecco 5 cose da sapere quando si fa entrare un cucciolo in famiglia per la prima volta, soprattutto a Natale.

 

L’arrivo di un cucciolo di cane o di gatto in casa è sempre motivo di grande gioia per tutta la famiglia, soprattutto per i bambini: accogliere un cucciolo in casa, però, non è un gioco e per questo bisogna fare in modo di arrivare preparati al lieto evento, a maggior ragione se si hanno figli molto piccoli.

Il cucciolo ha bisogno di essere educato, ma al contempo bisogna assicurarsi di preparare la propria abitazione al suo arrivo e fare in modo che possa trovare tutto il comfort e la sicurezza che potranno permettergli di crescere nel migliore dei modi. Così si potrà costruire un ambiente sano e instaurare una relazione fra il cucciolo e i suoi umani, insegnando anche ai bambini come relazionarsi con il nuovo arrivato. Ecco 5 cose che si devono assolutamente sapere, soprattutto se è la prima volta che si sceglie di avere un cucciolo, di cane o di gatto, in casa.

 

1. Un cucciolo non è un rimedio contro la solitudine

Quando si decide di portare un cucciolo in casa, bisogna sempre avere la giusta motivazione. Un cane e o gatto non sono, infatti, un palliativo contro la solitudine o un oggetto da esibire di fronte ad altre persone, per esempio durante il periodo delle feste. Peggio ancora se si decide di adottare un cucciolo soltanto perché è stato chiesto dai bambini per Natale.

Gli animali sono in grado di comprendere l’ambiente che li circonda, modificando i propri comportamenti sulla base di come ci si relaziona a loro. Questo significa che l’amore nei confronti degli animali deve essere sincero e incondizionato. Il resto si impara col tempo, con i consigli del veterinario e i consigli di esperti di educazione di cani e gatti, ma se manca la base, non c’è altro argomento che tenga.

 

A proposito di educazione, potreste trovare qualche spunto qui: “L’arrivo del cucciolo in casa, piccoli consigli per una buona educazione”.

 

2. Accogliere un cucciolo in casa: i primi giorni

Bisogna fare in modo che tutto sia pronto per l’arrivo del cucciolo in casa: i primi giorni saranno quelli in cui dovrà adattarsi a voi e al nuovo ambiente domestico. Questo significa che un momento caotico come quello delle festività non è il più adatto per permettere al cucciolo di abituarsi alla sua nuova casa. Bisogna stare, inoltre, molto attenti all’alimentazione perché il passaggio fra l’allattamento e un altro tipo di dieta è molto delicato. Risulta pertanto indispensabile chiedere il parere del proprio veterinario, per avere la certezza assoluta di procedere nella giusta direzione. Tra Natale e l’inizio del nuovo anno, si sa, le tavole si imbandiscono di prelibatezze che potrebbero incuriosire i cuccioli più golosi: è fondamentale non lasciarsi convincere dai loro occhioni dolci, una crescita sana deriva da una dieta equilibrata e corretta.

Nutrizione cucciolo di gattoUn passaggio dal veterinario è consigliato anche pochi giorni dopo l’arrivo in casa: il medico potrà in questo modo iniziare a conoscere il cucciolo e dare i primi consigli personalizzati in base al suo comportamento. Non bisogna andare nel panico la prima volta che ci saranno situazioni scomode, come la pipì sul pavimento (per la quale si consiglia di tappezzare casa di giornali i primi tempi) o la prima indigestione con annesso rigetto. Si tratta di situazioni assolutamente normali, che bisogna imparare a gestire nel tempo.

 

A questo proposito, potrebbe interessarti anche: Falsi miti sull’alimentazione di cani e gatti

 

3. Cane e gatto in casa: come preparare e decorare l’abitazione

Non solo voi, ma anche la vostra casa deve essere pronta ad accogliere il nuovo membro della famiglia: bisogna quindi predisporre per il cucciolo (di cane o di gatto) un posto tranquillo, che diventerà il suo rifugio per rilassarsi e dormire. È molto importante che la casa sia un luogo sicuro, quindi è bene prestare molta attenzione alla presenza di cavi scoperti, oggetti delicati esposti in bella vista sui mobili (i gatti non ci penseranno due volte prima di buttarli per terra) o di piccole dimensioni, che potrebbero rischiare di essere ingeriti dal cucciolo appena arrivato.

Albero di Natale e decorazioni scintillanti possono facilmente catturare l’attenzione del cucciolo, è quindi importante ricordarsi di prestare attenzione anche nel momento in cui si addobba casa per le festività:

  • Nascondete prese della corrente e fili di luci dietro l’albero, che dovrà essere posizionato in un luogo non accessibile al nuovo arrivato.
  • Preferite palline di materiali resistenti, piuttosto che quelle di vetro, e evitate di posizionarle nella parte bassa dell’albero.
  • Fate attenzione alle stelle di Natale, si tratta di una pianta tossica, se ingerita, per i nostri amici a quattro zampe.

Per quanto riguarda la ciotola, è importante riuscire a instaurare le giuste abitudini alimentari. Le ciotole per il cucciolo devono essere due: la prima per il cibo, da scegliere in base alle prime fasi di crescita, e la seconda per l’acqua, che deve essere fresca e non deve mai mancare. I cuccioli di solito mangiano e bevono con grande entusiasmo, quindi sarebbe meglio scegliere una ciotola gommata che sia anche antiscivolo e valutare di comparare anche un tappetino antiscivolo per farlo sentire più sicuro rispetto al pavimento di casa. Per i tappeti di casa, meglio farli sparire per un po’ perché potrebbero trasformarsi nella toilette di turno del cucciolo o nella merenda del giorno.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Gatti addomesticati, quanto è stato rilevante il rapporto con l’uomo?”

 

4. Cucciolo in casa: spazio ai giochi

Cucciolo di cane che giocaOltre a mangiare e dormire, c’è una cosa della quale i cuccioli non possono proprio fare a meno: giocare. Ci sono tantissimi giochi per cane e per gatto che si possono scegliere, ma è consigliabile optare per oggetti che siano adatti al brio e alla vivacità che caratterizza questa particolare fase della vita del cucciolo, ovvero quelli più resistenti e non troppo piccoli, che potrebbero essere facilmente ingoiati.

Volete realizzare dei giochi fai da te per il tuo cucciolo? Allora potresti trovare qualche spunto qui “Fai da te: crea i giochi per il tuo gatto” e “Regalo per cani: giochi fai da te”. Natale potrebbe essere proprio il momento migliore per pensare a un piccolo presente per il proprio cucciolo!

È molto importante educare i propri figli a un certo tipo di gioco con i cuccioli: bisogna insegnare ai bambini che non possono strapazzarli come fossero peluche, perché potrebbero fare inavvertitamente loro del male. Una cosa alla quale bisogna stare molto attenti, poi, è non essere troppo indulgenti nei loro confronti, specialmente quando sono ancora piccoli. Va bene concedere dei vizi ogni tanto, ma se iniziano a fare delle cose da cuccioli e non vengono educati per tempo a non farle più, l’azione si trasformerà in abitudine e poi diventerà difficile correggerla.

 

5. Cuccioli da soli in casa: come evitare i disastri domestici

I cuccioli di cane e gatto amano scorrazzare per casa, un po’ per natura un po’ perché hanno bisogno di esplorarla e conoscerla fino in fondo. Nei primi periodi sarebbe meglio fare in modo di non lasciare mai i cuccioli soli in casa, perché il rischio di aumentare le probabilità che ci sia un disastro domestico è altissimo. Nel caso in cui succeda, bisogna essere molto acuti nel trasmettere il messaggio giusto al proprio animale: che quello che ha fatto è divertente, ma non è un gioco. Per questo motivo, potrebbe diventare molto pericoloso.

Gli incidenti domestici quando si hanno animali in casa, tra l’altro, aumentano notevolmente durante il periodo di Natale: la presenza di oggetti nuovi, come l’albero addobbato per l’occasione, potrebbe trasformarsi in un vero e proprio parco giochi per il cucciolo appena arrivato, trasformandosi in men che non si dica in una piccola tragedia di Natale. Un altro pericolo è quello dei botti di fine anno, ecco perché l’attenzione verso il proprio cucciolo durante le feste deve essere triplicata!

 

A questo proposito, vi consigliamo di dare un’occhiata qui: “Un gatto e l’albero di Natale? Si può!”

 

Accogliere un cucciolo in casa

Vi potrebbe interessare anche: