Gatto gioca con l'acqua

Perché ad alcuni gatti piace l’acqua?

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

17 agosto 2020

pubblicato da: PetPassion Redazione

Non tutti i gatti odiano l’acqua

L’acqua è da sempre considerata acerrima nemica dei gatti, ma non è sempre vero che ai pet non piace questo elemento.

La credenza comune vuole che i gatti odino l’acqua: questo a causa di diversi fattori, partendo dalla storia evolutiva dell’animale fino ad arrivare alle sue prestazioni atletiche, che risultano minori con il mantello bagnato. Questo, però, non è sempre vero!

Sono molti i gatti che si divertono a giocare con l’acqua, attirati dal rumore e dal movimento fluido. Alcune razze e alcuni esemplari fanno quindi eccezione e dimostrano di amare l’acqua.

 

Ai gatti piace l’acqua corrente

Riuscire a decifrare il comportamento dei gatti, così come il loro linguaggio, richiede sicuramente tempo e impegno. Chi vive con un micio, ad esempio, è sicuramente abituato a vedere il gatto accorrere quando sente l’acqua scorrere dal rubinetto. Ma perché questa passione per l’acqua corrente?

Capita spesso, ad esempio, di lasciare la ciotola dell’acqua piena e a disposizione del gatto, ma che lui preferisca trovare soluzioni diverse (il rubinetto, l’acqua della pioggia…). Non si conoscono le cause di questo comportamento ma potrebbero essere dovute a un’avversione istintiva verso l’acqua stantia (che generalmente risulta più fresca). Il gatto, inoltre, potrebbe vedere l’acqua corrente come un gioco: riuscire a prendere gocce che cadono da rubinetto, può essere molto divertente!

È possibile che il gatto rovesci la ciotola dell’acqua: anche questo può essere un gioco, volto a trovare e recuperare, ad esempio, pezzi di crocchette. Se la ciotola presenta, poi, disegni sul fondo, potrebbe essere che il micio cerchi di raggiungere la sua preda.

 

Posso fare il bagno al gatto?

Il gatto è abituato a prendersi cura in autonomia della propria igiene, per questo spesso si lava grazie alla lingua ruvida che lo caratterizza. Ma se il gatto ha la possibilità di uscire fuori casa può rivelarsi necessario, ogni tanto, provvedere a un bagno.

Se il gatto ama l’acqua, il bagno potrebbe non essere un problema. Ma se il micio rientra nella maggioranza di quelli che odiano essere bagnati, allora lavarlo potrebbe risultare un’impresa. È fondamentale assicurarsi di avere a casa l’occorrente per lavare il gatto e quindi uno shampoo apposito e degli asciugamani e di utilizzare acqua tiepida, non troppo calda.

 

Scopri i consigli per rendere il bagno un momento piacevole >>

 

Quali razze di gatto amano l’acqua?

Alcune razze di gatto si dimostrano particolarmente attratte dall’acqua. Ecco alcune delle razze che più apprezzano giocare con l’acqua.

 

  1. Gatto norvegese delle foreste

Si tratta di un gatto di taglia grande, che può pesare anche 9-10 Kg. Il pelo lungo necessita di cure attente e regolari, è quindi necessario spazzolarlo spesso ma anche garantire un’alimentazione adeguata. Il Norvegese delle foreste è particolarmente affettuoso e si dimostra un ottimo compagno di vita anche per i bambini. Un segno particolare? Ama l’acqua, non ne ha paura e si dimostra un ottimo nuotatore: originario della Scandinavia, ha un doppio mantello resistente all’acqua.

 

  1. Maine Coon

Il Maine Coon è un gatto robusto e forte, ma affettuoso e docile. Si tratta di una razza adatta alla vita con i bambini, curiosa, vitale e legata alla propria famiglia: nonostante questo non ama particolarmente le coccole ed essere preso in braccio. Il Maine Coon ama acqua e neve, apprezza anche fare il bagno. I suoi giochi preferiti coinvolgono rubinetti e fontanelle!

 

  1. Turco Van

Il Turco Van è l’amante dell’acqua per eccellenza: si tratta di un gatto che si diverte a giocare con l’acqua, a fare il bagno e addirittura a nuotare. Sono diverse le leggende che parlano della passione del Turco Van per l’acqua e che cercano di spiegarne l’origine.

 

  1. Bengala

Si tratta di una razza dall’aspetto particolare e affascinante: il Bengala nasce infatti da un incrocio tra il gatto domestico e il gatto leopardo, un felino ancora esistente allo stato brado, e sembra un leopardo in miniatura. È un gatto affettuoso e molto attivo e a differenza di altri gatti ama giocare con l’acqua.

 

  1. Bobtail americano e Bobtail giapponese

La peculiarità di queste razze è la coda corta, che li rende unici e riconoscibili. Il Bobtail americano ha un corpo molto piccolo e il mantello morbido, ama la compagnia sia degli uomini che di altri animali e viene spesso utilizzato nella pet therapy. Il cugino, invece, viene indicato come il gatto nazionale giapponese, è anche lui socievole e adatto ala vita in famiglia. Entrambe le razze amano l’acqua: il Bobtail giapponese è protagonista di storie e opere letterarie che raccontano anche il suo rapporto con l’acqua.

 

  1. Manx o gatto dell’isola di Man

Si tratta di gatti che nascono, a causa di una mutazione genetica, senza coda (o con code che appaiono mozzate). Questa stessa mutazione e la causa nel ridotto numero di gattini per le cucciolate di Manx: si tratta infatti di un gene semi-letale, per cui solo pochi cuccioli vengono alla luce. I gatti dell’isola di Man sono socievoli e amano giocare con l’acqua (potrebbero anche fare la doccia con il proprio umano!).

 

 

 

 

 

 

 

Approfondimento: Purina, Purina Shop