26 giugno 2019

pubblicato da: PetPassion Redazione

Cos’è e come curare il tartaro nei denti del cane

Cos’è il tartaro nei denti del cane e da cosa dipende la sua formazione? Quali sono le conseguenze e come curare questo fastidioso disturbo?

 

Il tartaro nei denti del cane è un problema piuttosto comune e frequente negli amici a quattro zampe. Questo “disturbo” si forma con il passare del tempo, a causa dei residui di cibo che non vengono rimossi con delle operazioni di pulizia dei denti. La conseguenza è il formarsi di una colonia batterica che alla lunga si trasforma in placca dentaria: quest’ultima, calcificandosi, dà adito alla formazione degli inestetici e dannosi depositi di tartaro.

Il tartaro nei denti del cane è ben visibile a occhio nudo, a differenza della placca batterica. Esso si presenta sotto forma di accumulo giallastro o brunastro fissato sulla superficie dentale. La superficie di questi depositi non è liscia: le conseguenze del tartaro nel cane sono quindi che la placca batterica si depositerà ancora più velocemente, e si calcificherà, dando vita a un circolo vizioso. Quali sono quindi i principali problemi che può causare il tartaro nel cane? E quali possono essere le soluzioni per risolvere questo problema e capire come pulire i denti al cane in modo naturale?

 

Tartaro nei denti del cane, cause e conseguenze

Il tartaro nei denti del cane si presenta sotto forma di calcificazione di un accumulo di batteri, in particolar modo nello spazio fra le gengive e i denti del cane. Solitamente si pensa che la causa principale di questo problema sia legata all’alimentazione dell’animale. Se è vero che un cibo umido ha maggiori facilità a insinuarsi negli spazi interdentali, in realtà la formazione del tartaro nei denti del cane dipende molto anche da altri fattori. Fra questi vi è l’età dell’amico a quattro zampe: gli accumuli più o meno consistenti di tartaro sono infatti più frequenti nei cani al di sopra dei 3 anni di età. Il tartaro nei denti del cane non deve essere poi un disturbo da prendere alla leggera.

Le conseguenze del tartaro nei denti del cane ricadono infatti direttamente sulla salute dell’animale. Fra queste ultime, le principali che si possono ricordare sono:

  • alito cattivo o alitosi, condizione che, oltre a essere fastidiosa, potrebbe anche essere sintomo di altre problematiche di salute;
  • gengivite, con infiammazioni e arrossamenti delle zone interessate, che piano piano si ritirano lasciando scoperta le radici dei denti. Se queste ultime restano scoperte, si deteriorano con il passare del tempo, l’osso si riassorbe e indebolisce con il conseguente indebolimento del legame fra il dente e la mandibola, condizione che fa correre al cane il rischio di perdere il dente;
  • malattia parodontale, che comprende il quadro di gengivite e alitosi, per poi andare a intaccare anche altre strutture della bocca, come palato e mascella. Queste infezioni generano ascessi dentali, che possono andare a interessare anche zone del muso come naso e occhi del cane.

Tutta questa serie di conseguenze del tartaro nei denti del cane può portare all’insorgere di problemi cardiaci, renali, intestinali ed epatici. Per questo motivo è molto importante tenere sotto controllo il disturbo, e intervenire il prima possibile portando il proprio amico a quattro zampe dal veterinario.

 

Come pulire i denti al cane in modo naturale per eliminare il tartaro?

Come per gli esseri umani, anche nel caso del tartaro nei denti del cane è possibile prevenire e curare questa problematica. Il miglior modo per prevenire la formazione di depositi di tartaro è effettuare una corretta e frequente igiene orale nell’animale: lavare tutti i giorni, o quasi, i denti del cane, abituandolo a questa routine fin da cucciolo, è fondamentale per contrastare il deposito di placca nella bocca del proprio amico a quattro zampe.

 

Con bicarbonato, acqua e altri ingredienti è possibile anche realizzare dentifrici e soluzioni fai da te che permettono di capire come pulire i denti del cane in modo naturale.

Quando la formazione del tartaro nei denti del cane è già piuttosto evidente il consiglio è comunque quello di rivolgersi al proprio veterinario di fiducia, che effettuerà delle operazioni di detartrasi per eliminare alla fonte il problema.

 

Come pulire i denti del tuo cane

La pulizia e l’igiene orale del proprio amico a quattro zampe sono pratiche fondamentali per mantenere in salute non soltanto la sua bocca ma il suo intero sistema immunitario. Ci sono diverse soluzioni per poter capire come pulire i denti del cane a casa, così come in alternativa è possibile portare il proprio amico a quattro zampe dal veterinario per lasciare che si occupi lui della routine dentale dell’animale.

>> Scopri tutto

 

Approfondimento: Purina