15 ottobre 2018

pubblicato da: Redazione PetPassion

La tartaruga d’acqua dolce è un affascinante animale esotico presente in molte famiglie. Ma quali sono le sue caratteristiche fisiche? Il suo vero nome è Trachemys Scripta e si tratta di un bellissimo esemplare di animale esotico. Stiamo parlando della tartaruga d’acqua, spesso acquistata in negozi per animali o regalata in occasione di fiere. Molti […]

La tartaruga d’acqua dolce è un affascinante animale esotico presente in molte famiglie. Ma quali sono le sue caratteristiche fisiche?

Il suo vero nome è Trachemys Scripta e si tratta di un bellissimo esemplare di animale esotico. Stiamo parlando della tartaruga d’acqua, spesso acquistata in negozi per animali o regalata in occasione di fiere. Molti però ne sottovalutano alcune caratteristiche, che non la rendono adatta alla vita in casa.

 

Tartaruga d’acqua dolce, le caratteristiche fisiche

Le Trachemys Scripta sono originarie degli Stati Uniti e se ben accudite possono vivere anche più di 30 anni: si tratta di una tipologia di tartaruga d’acqua dolce, con il carapace di forma ovale e di colore verde che si scurisce con l’età fino a diventare quasi nero. Le tartarughe d’acqua presentano il piastrone di colore giallo con delle macchie nere unito al carapace lungo i margini laterali e, nella specie più rara in natura, hanno due macchie rosse accanto agli occhi. Questo esemplare si distingue dagli altri perchè ha il piastrone concavo e le unghie e la coda più lunghe. La pelle è verde con strisce gialle.

Quello che spesso le persone non sanno è che le tartarughe d’acqua in età adulta arrivano a misurare fino a 30 cm circa, se femmine, mentre i maschi di solito sono più piccoli (circa 16 cm).

Tartarughe d’acqua, carattere e habitat

Le tartarughe d’acqua sono creature timide, al minimo segno di pericolo si immergono in acqua per nascondersi e cercare riparo, ma al tempo stesso sono molto curiose. Trascorrono la maggior parte della vita in acqua, ma hanno bisogno anche di posti asciutti e di molto sole, indispensabile per il carapace: l’ideale è una temperatura tra 10° e 37°C e quando scende sotto i 10°C vanno in letargo, sott’acqua, nascoste nel fango. Perciò, soprattutto quando cresce, la tartaruga d’acqua dolce ha bisogno di molto spazio: un laghetto all’aperto, in giardino, in una zona dove ci sia ombra, per non provocare surriscaldamento corporeo, ma necessita anche di esposizione ai raggi del sole, indispensabile per la sua sopravvivenza.

 

Piccoli animal: quali scegliere per i bambini?

Pensi che la tartaruga d’acqua dolce non faccia per te? Ecco alcuni utili consigli su quali altri piccoli animali sono più adatti alla vita di casa e ai tuoi bambini.

 

Guarda il video con gli utili suggerimenti di Valentina Coppola dell’associazione CODICI sulle particolari esigenze delle tartarughe d’acqua:

 

Foto: Shutterstock

Approfondimento: Purina