cure stomatite gatto

Stomatite nel gatto, come riconoscerla

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

27 novembre 2020

pubblicato da: Medico Veterinario

La stomatite del gatto è una malattia di comune riscontro e che può provocare sintomi molto dolorosi nei nostri amati amici a quattro zampe. È quindi importante riconoscerla ai primi segni clinici in modo da impostare subito una terapia.   Cause della stomatite nel gatto Con il termine di stomatite si intende un processo infiammatorio […]

La stomatite del gatto è una malattia di comune riscontro e che può provocare sintomi molto dolorosi nei nostri amati amici a quattro zampe. È quindi importante riconoscerla ai primi segni clinici in modo da impostare subito una terapia.

 

Cause della stomatite nel gatto

Con il termine di stomatite si intende un processo infiammatorio a carico della mucosa orale. La stomatite felina, o gengivostomatite, può essere provocata da:

  • forme virali, come Calicivirus, Herpesvirus, FIV (virus dell’immunodeficienza felina) o FeLV (virus della leucemia virale felina);
  • patologie immunomediate;
  • complesso del granuloma eosinofilico;
  • infezioni batteriche;
  • traumi;
  • ingestione di sostanze irritanti;
  • presenza di placca e tartaro;
  • in generale, però, i gatti che soffrono di stomatite tendono ad avere un sistema immunitario che iper reagisce agli stimoli, provocando una risposta infiammatoria eccessiva e cronica.

 

L’igiene orale del gatto è importante, scopri perché >>

 

I sintomi della stomatite felina

La stomatite nel gatto si presenta con una serie di sintomi che è importante imparare a riconoscere: prima ci si renderà conto che il gatto ha un problema localizzato al cavo orale e prima si potrà impostare una terapia volta a ridurre il dolore. Questi sono i principali:

  • dolore alla prensione dell’alimento o durante la masticazione. Tipicamente il gatto si avvicina alla ciotola per mangiare, ma si allontana a volte urlando perché sa che proverà dolore quando metterà il cibo in bocca. A volte, invece, il gatto abbassa il muso per mangiare, ma si piega tutto di lato durante la masticazione o si lamenta mentre mastica il cibo;
  • alitosi (la stomatite non è l’unica causa di alitosi nel gatto: ce ne sono molte altre);
  • arrossamento gengivale;
  • gengive sanguinanti;
  • presenza di ulcere in bocca;
  • scialorrea (aumenta la produzione di saliva che spesso si presenta sotto forma di candelotti di saliva densa ai lati della bocca, maleodoranti);
  • perdita di appetito;
  • dimagramento;
  • disidratazione;
  • mantello scadente o opaco. Il gatto ha dolore in bocca e non si toeletta più, nei gatti neri tipicamente il pelo delle zone dove il gatto si toeletta diventa rossastro a causa delle alterazioni della saliva provocate dall’alitosi;
  • abbattimento
  • nervosismo o aggressività
  • il gatto non vuole farsi aprire la bocca perché prova dolore;
  • il gatto cerca con le zampe anteriori di togliersi qualcosa dalla bocca (prova dolore e in questo modo cerca di eliminarlo).

 

Gatto con alitosi? Ecco quello che puoi fare!

 

stomatite gatto è contagiosa

 

Stomatite gatto: come si cura?

La cura della stomatite felina avviene su più livelli. Spesso non c’è un’unica causa scatenante, talvolta la causa è cronica e impossibile da eliminare del tutto, a volte non c’è una terapia definitiva. Se noti uno o più di questi sintomi nel gatto, contatta il veterinario: come prima cosa dovrà riuscire ad accertarsi tramite visita clinica della presenza della stomatite e poi provvederà a impostare un iter diagnostico.

La terapia della stomatite del gatto varia a seconda della causa. In attesa che gli accertamenti permettano di capire quale sia la causa più probabile, il veterinario imposterà una terapia sintomatica volta a ridurre il dolore e trattare le eventuali sovrinfezioni batteriche.

 

Stomatite gatto: cure naturali

Esistono anche cure naturali che si possono abbinare alla medicina tradizionale per curare la stomatite nel gatto. L’importante è chiedere sempre al proprio veterinario ed evitare il fai da te: il fatto che una medicina sia naturale o che si decida di usare un fitofarmaco, non vuol dire che quel rimedio non abbia effetti collaterali.

 

La stomatite del gatto è contagiosa?

Dipende dalle cause. Prendiamo l’esempio della stomatite provocata da infezioni virali da Calicivirus o Herpesvirus: non è la stomatite provocata da questi virus ad essere contagiosa, ma sono i virus stessi che possono facilmente trasmettersi da gatto a gatto.

 

 

Approfondimento: PurinaShop

 

Fonti: PubMed, Chronic Gingivostomatitis with Esophagitis in Cats di M I Kouki, S A Papadimitriou, D Psalla, A Kolokotronis e T S Rallis – PubMed, Gingivitis/stomatitis in cats di C A Williams, M S Aller – Medicina Felina – Manuale pratico, di Gary D. Norsworthy, Mitchel A. Crystal e Sharon K. Fooshee