20 dicembre 2017

categoria: Cura

pubblicato da: Redazione PetPassion

Le temperature rigide dell’inverno sono arrivate e i nostri amici cani soffrono il freddo. Moltissimi di loro vivono in casa e devono affrontare gli sbalzi di temperatura tra interno ed esterno. Anche loro, come noi esseri umani, rischiano malattie da raffreddamento varie e dolori, sia muscolari che ossei. Questi consigli valgono non soltanto per le ondate di gelo, ma in […]

Quali cani soffrono il freddo?Le temperature rigide dell’inverno sono arrivate e i nostri amici cani soffrono il freddo. Moltissimi di loro vivono in casa e devono affrontare gli sbalzi di temperatura tra interno ed esterno. Anche loro, come noi esseri umani, rischiano malattie da raffreddamento varie e dolori, sia muscolari che ossei.

Questi consigli valgono non soltanto per le ondate di gelo, ma in generale sono utilissimi anche da applicare a temperature più miti, oppure anche  in una semplice giornata di pioggia.

1. Munirsi di abbigliamento invernale
La resistenza dei cani al freddo dipende moltissimo dalla tipologia del pelo (lungo o corto) e dalla presenza o meno del sottopelo, che è uno scudo termico. Tra i cani che soffrono di più il freddo ci sono yorkshire, dalmata, boxer, pincher e pointer. Per arginare il problema, si può utilizzare un cappottino per le passeggiate invernali. Non occorrono fronzoli: l’abbigliamento del cane deve essere minimale, per proteggerlo senza infastidirlo. Quindi meglio evitare cappucci e maniche lunghe per le zampe.

2. Evitare che mangino la neve
A molti cani piace tantissimo mangiare la neve, però bisogna fare attenzione che non esagerino, si rischiano infatti problemi all’intestino, soprattutto per i cani anziani e per i cuccioli.

3. Riparo per i cani che vivono all’aperto
I cani di grossa taglia possono affrontare senza problemi i rigori dell’inverno anche all’esterno, purché abbiano una cuccia per cani adatta e un luogo riparato dalla pioggia, nel quale rifugiarsi durante la notte, quando le temperature si abbassano.

4. Attenzione all’acqua e agli sbalzi di temperatura
Con neve o pioggia il cane si bagna e si raffredda, anche solo passeggiando dentro una pozzanghera: si sconsiglia il phon, proprio per l’eccessivo sbalzo di temperatura che creerebbe, la cosa migliore è frizionare il pelo con un asciugamano. Se il cane invece è abituato a vivere all’esterno ha poco senso asciugarlo, in quanto il suo fisico è abituato, va asciugato esclusivamente se davvero fradicio.

5. Fornire una corretta alimentazione
Infine, per prevenire l’insorgere di malattie da raffreddamento, è fondamentale anche fornire una corretta alimentazione al proprio cane, tenendo presente che un organismo, per scaldarsi, consuma di più e ha bisogno di un pasto più ricco di grassi.
cuccia per cane

Potrebbe interessarti anche…

Come dovrebbe essere fatta una cuccia per cani

Se il cane vive in appartamento, è possibile scegliere tra tantissime varietà di cucce in commercio. Se invece il tuo cane vive principalmente all’aperto, una cuccia adeguata è indispensabile

» Leggi come dovrebbe essere fatta una cuccia per cani

 

CREDITS:
Foto di copertina: giulia-morales-39
Approfondimento cuccia: Purina PetMagazine