5 febbraio 2018

pubblicato da: Redazione PetPassion

Come educare il cane? Molte persone commettono errori banali che conducono a una educazione sbagliata nel cane, con conseguenti problemi nella socializzazione con gli altri cani oppure problemi di adattamento alla vita di casa. Ecco gli errori educativi più diffusi nei confronti dei cani: Coccolare troppo il cane: molti pensano che il cane abbia bisogno […]

Come educare il cane?

Molte persone commettono errori banali che conducono a una educazione sbagliata nel cane, con conseguenti problemi nella socializzazione con gli altri cani oppure problemi di adattamento alla vita di casa.

Ecco gli errori educativi più diffusi nei confronti dei cani:

  • Coccolare troppo il cane: molti pensano che il cane abbia bisogno solo di coccole, abbracci e baci 24 ore su 24… In realtà questa considerazione è sbagliata. Il cane ha bisogno di regole chiare e fisse che gli permetteranno, da cucciolo ad adulto e poi anziano, di essere un cane ben educato. Le coccole, però, nelle giuste quantità, non devono mancare mai!
  • Lasciar dormire il cucciolo sul letto/divano: le abitudini da cucciolo, si sa, restano nel tempo. Se da cucciolo il cane dorme sul letto, lo farà anche da adulto. E’ quindi fondamentale decidere fin da subito se si intende vietare questo comportamento. In genere, il letto è il “territorio” del capobranco, ovvero il vostro territorio. Una volta che il cucciolo si sarà abituato a dormire sul letto, quando lo sgriderete per vietarglielo, probabilmente ringhierà. Stessa cosa vale per il divano, le regole sono regole! E, per educare, non ci devono essere eccezioni alle regole che voi stessi avete voluto stabilire.
  • Entrare o uscire prima di voi: anche in questo caso valgono le regole del capobranco, è lui che dovrebbe entrare o uscire per primo da una stanza, mentre il suo amato fido lo deve seguire.
  • Coccolarlo nei momenti sbagliati: se il vostro amato cane abbaia, ringhia o tenta di “avventarsi” contro qualcuno o qualcosa dovreste dirgli un fermo “No”. Ma se subito dopo vi precipitate a coccolarlo, il suo atteggiamento sbagliato verrà rinforzato e non corretto.  Ad esempio, coccolarlo quando ha paura equivale a dirgli che fa bene ad avere paura, in pratica rinforza la sua paura.  Lo stesso discorso vale quando il cane morde.
  • Dargli cibo dalla vostra tavola: trovate antipatico (per voi, i vostri ospiti e per il cane stesso) avere due occhi puntati addosso mentre siete a pranzo o avete in mano qualcosa da mangiare? Allora è consigiabile evitare di abituare il cane ad elemosinare cibo intorno alla tavola. Il segreto è molto semplice: non bisogna mai dargli niente! Ma attenzione: basta cedere una sola volta alla tentazione e il danno sarà fatto (una volta appresa, la cattiva abitudine sarà più difficile da correggere).
  • Umanizzare il cane: far sedere il cane a tavola, “addobbarlo” con abitini e riempirlo di abbracci e baci continuamente non vuol dire amare il proprio cane. Trattare il proprio cane come se fosse un bambino significa piuttosto non rispettare la sua natura. In questo modo rischiamo seriamente di confondere l’animale e di renderlo insicuro e nervoso.
  • Mettergli il muso nei bisognini: se il vostro cane fa i bisogni in posti sbagliati, mettergli il musetto in quei posti non gli farà capire che non deve sporcare lì. Questo perchè ai cani piace quell’odore, quindi di fatto li state premiando e non educando. Piuttosto premiatelo con uno snack o piccolo premio quando fa i bisognini nel posto giusto!
  • Punirlo a distanza di tempo: se il vostro cagnolino ha fatto la pipì in casa e voi lo sgridate al rientro a casa, lui non capirà. Infatti per gli animali domestici il rapporto causa-effetto è immediato, non possono associare una marachella fatta ore prima ad un rimprovero tardivo.  Ricordate che il cane associa il rimprovero all’ultimo evento che ha vissuto.
  • Essere iper protettivi: il vostro cagnolino percepisce le vostre paure ed emozioni, se vi mostrate timorosi lui avrà paura. Ad esempio, durante la passeggiata, se incontrate un altro cane e immediatamente vi mostrate paurosi, lui percepirà questa vostra ansia e potrebbe agitarsi senza motivo semplicemente solo alla vista di un altro cagnolino.

Questi sono solo alcuni degli atteggiamenti educativi sconsigliabili in linea generale per il vostro amico, ovviamente questi consigli non sono esaustivi e devono essere adattati ad ogni tipo di animale, ad esempio cucciolo oppure cane anziano o con patologie particolari. In caso di dubbi, non esitate a chiedere consiglio al vostro veterinario di fiducia oppure ad un esperto di comportamento animale, che potrà darvi un consiglio adatto alle vostre esigenze.

Conosci qualcuno che commette questi errori?
Condivi questo articolo per informarlo!

Guarda anche il video “COME ADDESTRARE UN CUCCIOLO”

COME ADDESTRARE UN CUCCIOLO video

 

CREDITS:
Immagine: Shutterstock
Video: PURINA PRO PLAN