30 settembre 2019

categoria: Nutrizione animali

pubblicato da: PetPassion Redazione

Come educare un cane, il cibo come premio

Capire come educare un cane nel modo corretto è fondamentale per far crescere bene l’amico a quattro zampe. Ecco come utilizzare il cibo come ricompensa

 

Sapere come educare un cane nel modo corretto non è sempre facile. Il rinforzo positivo e la gratificazione sono sicuramente due elementi fondamentali quando si parla di addestramento degli amici a quattro zampe. Ci sono numerose tipologie di premietti per cani, e fra queste rientrano anche le ricompense di tipo alimentare.

Bocconcini per cani, biscotti, snack: ci sono veramente tanti fuori pasto che è possibile dare al proprio amico a quattro zampe quando compie un’azione positiva. Ma come educare un cane nel modo giusto e quali ricompense alimentari dargli per gratificarlo?

 

Premi per cani, come gratificarlo con il cibo

Quando si vuole capire come educare un cane bisogna sapere che, tendenzialmente, esistono tre tipologie di premi:

  • ricompense alimentari;
  • giochi;
  • gratificazione sociale.

Specialmente quando si sceglie il cibo come snack premio per i cani, è bene far riconoscere all’amico a quattro zampe il tipo di ricompensa che gli spetta.

I bocconcini per l’addestramento dei cani devono essere generalmente usati per far apprendere all’animale a fare meccanicamente delle cose. Se, per esempio, si vuole insegnare al cane a sedersi, basterà mettersi davanti a lui con in mano il boccone-ricompensa: in questo modo il muso dell’amico a quattro zampe andrà verso l’alto, e lui si siederà. Questa parte meccanica per capire come educare un cane è soltanto momentanea, e andrà presto rimossa per essere sostituita esclusivamente con i comandi verbali.

Un altro aspetto fondamentale che riguarda la ricompensa sotto forma di biscotti e snack per cani consiste nel mantenere la promessa fatta. Bisognerà quindi dare i comandi al cane non perché ci si trova in presenza del premio ma perché l’animale è speranzoso di vedere la sua apparizione, e quindi di riceverlo.

Per quanto riguarda l’utilizzo dei bocconcini per l’addestramento dei cani, è bene considerare che la prima regola nell’utilizzo del cibo a scopo educativo è di utilizzarlo lontano dal pasto. Snack per cani e biscotti devono essere come degli stuzzichini, avere un gusto diverso dal cibo abituale e una forma invitante. Inoltre, questi rinforzi positivi usati per sapere come educare un cane non devono eccedere nelle quantità: se infatti inizialmente potranno essere necessarie diverse ricompense, con il tempo bocconcini e snack per cani dovranno diventare un’eccezione.

 

Premietti per cani, quali alimenti evitare

Mentre è possibile utilizzare bocconcini, snack e biscotti per cani confezionati e in formato monoporzione, ci sono alcuni alimenti che è bene evitare di dare al proprio amico a quattro zampe come ricompensa. Fra questi rientrano sicuramente i prodotti usati per l’alimentazione umana, che risultano essere spesso pericolosi o dannosi per la salute del proprio amico a quattro zampe.

In generale poi, alimenti a elevato apporto proteico o lipidico o contenenti additivi come zucchero e sale sono sconsigliati come premio per l’addestramento del cane.

 

 

Educare il cane: utilizzare il cibo come premio

Nell’educazione del cane molto spesso viene utilizzato il cibo come ricompensa. Ci sono però delle accortezze che è bene seguire affinchè i premi alimentari non diventino un’abitudine ricorsiva per l’amico a quattro zampe, ma siano invece un rinforzo positivo che consenta di insegnargli comandi e azioni che potrà poi svolgere senza necessità di ricevere premi sotto forma di cibo.

>> Scopri tutto

 

Approfondimento: Friskies