12 marzo 2020

pubblicato da: PetPassion Redazione

Il cane tira fuori la lingua per diversi motivi. Scoprili!

La regolazione della temperatura è il motivo principale per cui il cane tira fuori la lingua, ma non è il solo. Sai quali sono gli altri?

I nostri amici a quattro zampe hanno un proprio linguaggio e propri comportamenti. Vivere con loro permette di scoprirli, conoscerli e imparare a comprenderli, ma soprattutto aiuta a comunicare e a rispondere ai loro bisogni.

Uno dei comportamenti più comuni e visibili è vedere il cane che tira fuori la lingua. Perché lo fa?

 

Cane con la lingua di fuori: la termoregolazione

Nella maggior parte dei casi il cane che tira fuori la lingua lo fa perché mette in atto un meccanismo di termoregolazione.

Quando la temperatura esterna si alza o il cane è impegnato in un’attività sportiva intensa è possibile vederlo ansimare con la lingua di fuori, respirando affannosamente. Questo permette all’animale di normalizzare la sua temperatura corporea, rilasciare calore e inalare aria fresca.

A uno stato normale, il cane respira attraverso il naso, ma quando ha bisogno di far abbassare la temperatura corporea il cane respira dalla bocca perché le ghiandole sudoripare situate sotto i cuscinetti non sono sufficienti a garantire la termoregolazione. Quando il cane tira fuori la lingua, mette in atto un meccanismo di ventilazione che permette di regolare la sua temperatura interna.

Questo meccanismo porta a una notevole dispersione di fluidi corporei: infatti, nello stesso momento in cui il cane tira fuori la lingua, la inumidisce anche in modo da compensare l’evaporazione dei liquidi. Da cui deriva una grande richiesta di liquidi da parte dell’animale che dovrà avere acqua sempre a disposizione.

 

Perché il cane tira fuori la lingua?

La lingua serve anche come strumento per socializzare insieme ad altri comportamenti del cane, come scodinzolare, che gli permettono di entrare in contatto con i suoi simili e di relazionarsi con loro.

Inoltre, la lingua è uno strumento di pulizia e un indicatore dello stato di salute del cane: potrebbe significare che il pet ha sete o ha fame. In quest’ultimo caso, il meccanismo di salivazione spesso viene attivato quando il cane vede la sua ciotola o un alimento che gli piace particolarmente, la produzione della saliva rende possibile la preparazione all’assunzione di cibo e la digestione dello stesso.

In altri casi può accadere che il cane che tira fuori la lingua lo fa perché prova dolore o ha una malformazione che gli impedisce di tenerla la lingua all’interno della bocca. La lingua pendente può derivare da cause genetiche o traumatiche, come ad esempio:

  • la frattura della mascella;
  • un’anomalia nella dentizione;
  • gravi patologie dentali;
  • problemi neurologici;
  • tumori;
  • mal conformazione congenita della bocca.

 

La lingua pendente ha come conseguenza principale la secchezza: l’esposizione costante all’aria, il vento e gli sbalzi di temperatura possono irritare la lingua e creare screpolature o piccole ferite. In questi casi, è fondamentale tenere sotto controllo lo stato della lingua e mantenere idratato l’organo così da riuscire a mantenere un’adeguata barriera sulla superficie della stessa ed evitare eventuali infezioni batteriche.

In ogni caso, se il cane tira fuori la lingua continuamente è opportuno fare una visita dal proprio medico veterinario per capire quali sono le cause e intraprendere la strada più adatta per la cura e la salute del pet.

 

E la lingua del gatto?
La struttura della lingua del gatto è così particolare che è stata anche oggetto di studi: ecco alcune delle scoperte più recenti…

 

Foto: Shutterstock

Approfondimento: Purina.it