3 dicembre 2018

categoria: Cura, Slider

pubblicato da: PetPassion Redazione

Come scegliere la migliore cuccia per il tuo cane

Ci sono varie tipologie di cucce per cani, a seconda che l’animale domestico viva in casa o in giardino. Vediamo quali sono le differenze e come scegliere quella giusta.

 

Criteri per scegliere la migliore casetta per cani

Quando si decide di adottare un cane, uno dei primi accessori che è indispensabile avere in casa prima del suo arrivo è la cuccia. Sembra una scelta banale, ma non è semplicissimo capire quale sia la più adatta alle sue esigenze. Non si tratta infatti di un semplice luogo in cui dormire: è la sua casa, è il posto franco in cui rifugiarsi quando è stanco, ha paura o non si sente bene.

Vediamo allora 3 criteri da valutare per decidere quale sia la migliore casetta per il proprio cane:

  • Luogo. La cuccia del cane può essere posizionata all’interno dell’abitazione o all’esterno, se si ha a disposizione un giardino. La prima soluzione è comunque da preferire, perché vivere con un cane significa anche condividerne spazi e tempo libero, incluso quello che si passa in casa. Tuttavia, in alcuni casi, ad esempio se l’animale domestico è di taglia grande, può essere necessario posizionarla fuori da casa. L’ideale comunque sarebbe in questo caso averne due, una dentro e una fuori le mura domestiche, così che il cane possa trovare un giaciglio ovunque sia.
  • Grandezza e forma. Si potrebbe erroneamente pensare che una cuccia più grande sia sempre da preferire, anche per cani di taglia piccola, che così potrebbero stare più comodi. In realtà le cose non stanno proprio così: la casetta del cane dovrà essere adeguata alle sue dimensioni, affinché lui possa sentirsi effettivamente a proprio agio. Anche la forma fa la differenza: per cani giovani si potranno preferire cucce con bordi alti, su cui appoggiarsi mentre si fa il pisolino. I cani anziani potrebbero invece preferire i materassini, che evitano di intralciare il passo e di rendere faticosa l’entrata nel giaciglio.
  • Materiale. Nella scelta del materiale bisogna distinguere tra le cucce da interno e da esterno. Nel primo caso vanno benissimo quelle in cotone con imbottiture sotto, perché vanno posizionate in ambienti già riscaldati e non necessitano di avere un isolamento termico. È importante che vi sia un fondo antiscivolo, così che il cane possa giocarci dentro senza che questa si sposti. Discorso più complicato invece è se si preferisce mettere una casetta per cani in giardino: in questo caso bisognerà fare una scelta dei materiali più accurata.

 

Cucce da interno o da giardino: guida alla scelta

Come accennato, il primo criterio da prendere in considerazione è il luogo in cui verrà posizionato il giaciglio.

Se il cane vive in casa anche di notte, allora sarà importante che sia sfoderabile, così che possiamo lavarla e disinfettarla; meglio poi posizionarla in un luogo tranquillo e non di passaggio e che sia corredata di una coperta per il freddo. Infine, l’ideale sarebbe metterla vicino alla ciotola con l’acqua

Nel caso stia all’esterno, la cuccia del cane dovrà essere più strutturata, in modo da proteggere il cane anche dal freddo. Come materiale quindi è meglio preferire il legno, ma ne esistono anche di plastica di buona qualità. La scelta è varia: da quelle tradizionali con tetto spiovente e apertura davanti, a quelle più lussuose con balconcino davanti e porta che si chiude. In entrambi i casi comunque, è importante che non sia poggiata direttamente sul terreno, ma che sia poggiata su una base che ne permetta l’isolamento termico.

 

Una cuccia accogliente per il tuo cane

Se il tuo cane vive in casa con te, puoi pensare a varie alternative per la scelta della sua cuccia. In commercio trovi pouf ecologici e morbidi, cucce indoor con imbottiture confortevoli, magari realizzate in fibre naturali, che risultano anche essere anallergiche.

>> Leggi l’approfondimento

 

 

Immagine di copertina: Shutterstock
Approfondimento: Purina