21 ottobre 2020

pubblicato da: Medico Veterinario

Cosa fare in caso di forfora nel cane e come si presenta

 

Può capitare talvolta di vedere comparire della forfora nel cane. La forfora è un elemento fisiologico, se riscontrata entro certi livelli è del tutto normale. Tuttavia la presenza di eccessiva forfora potrebbe indicare qualche patologia alla base. Le cause possono essere diverse, da parassitosi esterne alla Leishmaniosi, passando anche per un’alimentazione carente di acidi grassi. Ma cosa fare se il cane ha la forfora?

 

Forfora nel cane: cause principali

La forfora nel cane si presenta sotto forma di scagliette bianche in mezzo al pelo. Queste scaglie rappresentano ciò che rimane di cellule morte, frutto di una desquamazione eccessiva collegata a sua volta a una produzione anormale di sebo da parte delle ghiandole sebacee.

Ci sono diverse cause che possono portare alla formazione di forfora nel cane:

  • Alimentazione non corretta: razioni alimentari con una scarsità di acidi grassi omega 3 e omega 6 possono condurre i cani a sviluppare della forfora. Anche carenze proteiche (alimentazione povera di proteine o con proteine di scarso valore biologico) possono far sviluppare della forfora al cane.
  • Ambiente: se il cane vive in un ambiente troppo caldo, troppo freddo o troppo secco ecco che potrebbe alterarsi la produzione di sebo, creando della forfora.
  • Cheyletiella, un parassita non ospite specifico. Lo si può trovare su cani, gatti, conigli e può essere contagioso anche per l’uomo. Rispetto ad altri acari, vive sulla superficie della cute e non all’interno dei follicoli e non scava cunicoli profondi nella pelle. La sua presenza provoca la presenza di scaglie secche di forfora, dermatite, eritema e prurito. In inglese è nota come Walking Dandruff perché in caso di infestazioni massive, fra le scaglie di forfora si muovono gli acari. Visto che macroscopicamente non è semplice distinguere i parassiti dalle scaglie, ecco che a questa parassitosi è stato dato il nome di “Forfora che cammina”.
  • Dermatiti provocate da batteri, funghi, parassiti (anche pidocchi) o lieviti come la Malassezia possono essere accompagnate da forfora.
  • Allergia alimentare e atopia (allergia ambientale):ci sono anche forme di dermatite atopica nel cane e forme di allergia che possono provocare la comparsa di forfora.
  • Malattie ormonali: la presenza di forfora è associata anche a malattie ormonali come la Sindrome di Cushing (Iperadrenocorticismo) o l’ipotiroidismo.
  • Leishmaniosi: uno dei sintomi tipici dell’infezione da Leishmania infantum è la presenza di forfora, spesso sotto forma di scaglie spesse.
  • Obesità: è frequente osservare la comparsa di forfora in cani sovrappeso o obesi.

 

La forfora è presente anche nel gatto: scopri di più >>

 

Pelo del cane con forfora: sintomi e come si presenta

La forfora nel cane si presenta sotto forma di scaglie biancastre più o meno piccole, mescolate in mezzo al pelo e non va confusa con ectoparassiti come le pulci (sono nere e corrono veloci) o i pidocchi (con relative uova attaccate ai peli, meglio note con il nome di lendini). Oltre alla forfora, spesso è presente anche:

  • cute secca
  • dermatite
  • prurito
  • lesioni secondarie da autotraumatismo (alopecia, pelo rotto, graffi…)

 

Sintomi e cause della forfora nel cane

 

Come verificare se il cane ha la forfora? Il pelo del cane con forfora si presenta spesso rotto e quindi toccandolo contropelo punge. Inoltre, è possibile notare la presenza di forfora sulla copertina del cane, nella sua cuccia o può rimanere attaccata ai vestiti quando il pet viene preso in braccio o abbracciato

 

Come eliminare la forfora nel cane? I rimedi

Se noti la presenza di forfora nel cane, avvisa il veterinario visto che sono molte le cause che possono provocare questa condizione. Passando ai rimedi, questi sono numerosi ma è importante evitare il fai da te: senza conoscere la causa, è impossibile agire in maniera mirata.

Il veterinario provvederà a visitare il cane, esaminare la forfora e la cute, potrà effettuare una serie di esami (del pelo, biopsie cutanee, esami del sangue) e potrebbe anche richiedere una visita specialistica dermatologica. Per eliminare la forfora nel cane, infatti, non basta spazzolarlo: questo funziona solamente se si tratta della normale e fisiologica desquamazione cutanea. Se si ha un problema di forfora eccessiva, per eliminarla del tutto bisognerà come prima cosa capirne la causa, altrimenti la continuerà ad essere prodotta.

A seconda dei sintomi e della causa, il veterinario potrebbe prescriverti degli shampoo, degli integratori alimentari, degli alimenti complementari, degli antibiotici, farmaci antiprurito… In aggiunta a tutto ciò, il medico vi indicherà quale alimentazione, completa e bilanciata, scegliere per specifiche esigenze cutanee.

 

Cane con forfora e prurito: cosa fare?

Hai un cane con forfora e prurito? Questo è un binomio che si presenta spesso. In questo caso, oltre alle lesioni primarie, è possibile notare lesioni secondarie legate all’autotraumatismo: il pet, a causa del prurito, si gratta con le zampe, si mordicchia, si strofina contro mobili e superfici fino a provocarsi graffi ed escoriazioni che possono complicarsi secondariamente con batteri o lieviti.

 

Allergia alla forfora del cane?

Una piccola curiosità: ci sono diversi studi in Medicina Umana che hanno cercato di mettere in relazione i sintomi dell’allergia alla forfora del cane o a diverse preparazioni di allergeni provenienti dai cani con specifiche razze canine. Ebbene: uno studio recente ha dimostrato che non c’è differenza nelle reazioni allergiche nelle persone alla forfora proveniente da diverse razze di cani.

 

 

Approfondimento: Purinashop

Fonte: Pubmed, Breed-specific dog-dandruff allergens, S Lindgren, L Belin, S Dreborg, R Einarsson, I Påhlman – VetStream, Cheyletiella yasguri