18 febbraio 2019

categoria: Salute animali, Slider

pubblicato da: PetPassion Redazione

Come risolvere il problema della forfora nel gatto.

Non solo semplice inestetismo, la forfora nel gatto può essere un segnale di un malessere più profondo, come la dermatite. Ecco le principali cause e come eliminare la forfora nel gatto.

Chi vive con un gatto potrebbe aver già avuto questo problema e, in caso contrario, è opportuno conoscerlo per non farsi prendere dal panico, ma affrontarlo nel modo migliore. L’argomento in questione è la forfora nel gatto, un fastidioso inestetismo che colpisce anche i nostri amici a quattro zampe. A prima vista questi puntini bianchi potrebbero essere confusi con pericolosi parassiti, ma per fortuna nella gran parte dei casi si tratta di una problematica ben meno grave e di più semplice soluzione. La prima cosa da fare se si sospetta la presenza di forfora è andare dal veterinario, che saprà individuare le giuste cause del problema e darà i giusti suggerimenti su come eliminare la forfora.

 

Cause della forfora nel gatto

Innanzitutto bisogna premettere che la comparsa della forfora non ha nulla a che fare con la tipologia del manto: che sia lungo o corto, tutti i colori del pelo del gatto sono soggetti alla forfora, perché il problema non dipende dal tipo di pelo, quanto da questioni più profonde.

Di seguito si elencano alcune cause della forfora nel gatto.

  • Dermatite gatto. Si tratta della patologia meno grave ed avviene quando la pelle dell’animale è particolarmente secca e squamosa. Ciò accade ad esempio nei cambi di stagione e si può risolvere attraverso una maggiore idratazione dell’animale, sia a livello topico che con l’assunzione di più liquidi.
  • Alimentazione non adeguata. Un’alimentazione non bilanciata può provocare manifestazioni cutanee, quali la forfora. In particolare, la poca assunzione di Omega 3 e di acidi grassi in genere, possono portare a questo inconveniente. Meglio concordare con il veterinario la giusta dieta per il proprio gatto, così da prevenire l’insorgenza della forfora.
  • Obesità. Anche il sovrappeso può provocare la formazione della forfora, dovuta in questo caso all’incapacità del gatto di pulirsi adeguatamente tutte le parti del suo corpo, a causa della sua dimensione. La forfora quindi ha una motivazione igienica, in cui l’alimentazione è una causa scatenante ma non diretta.
  • Stress. Un gatto con problemi comportamentali potrebbe prendere la cattiva abitudine di leccarsi o grattarsi troppo frequentemente, causando un’irritazione cutanea. Si tratta della causa più grave di forfora nel gatto, per la quale potrebbe essere necessario l’intervento di un veterinario comportamentista.

 

Come eliminare la forfora del gatto

La prima cosa da fare se si nota della forfora è portare subito il gatto dal veterinario, perché solo un medico può individuare le cause giuste e quindi i rispettivi rimedi. In linea generale, un buon metodo per aiutare il gatto a pulirsi da questi fastidiosi puntini bianchi è spazzolarlo frequentemente, mentre sono da evitare soluzioni fai-da-te come bagnetti improvvisati o, peggio ancora, l’utilizzo di detergenti antiforfora realizzati per noi umani.

 

A livello estetico, meglio limitarsi ad una bella spazzolata più volte al giorno, mentre a livello alimentare sarà opportuno, una volta sentito il parere del medico, apportare alcune modifiche alle abitudini del gatto, aumentando l’apporto di Omega 3 e acidi grassi in generale.

 

Forfora del gatto, perché si forma e come eliminarla

Prurito, secchezza e scaglie di pelle intrappolate nel manto: anche il gatto domestico, così come accade all’uomo, può manifestare il fastidioso problema della forfora. Un disturbo che non rappresenta unicamente una questione estetica…

>> Leggi l’approfondimento   

 

Foto: Shutterstock

Approfondimento: Purina Shop