8 novembre 2018

categoria: Cura, Slider

pubblicato da: PetPassion Redazione

Come accarezzare il cane nel miglior modo e instaurare un relazione forte con lui?

Conoscere le zone in cui accarezzare il cane è importante per garantire il suo benessere e poter instaurare una relazione forte con il proprietario

 

Capire come accarezzare il cane nel modo corretto è importante non soltanto per non rischiare di infastidire l’animale, ma anche per instaurare con quest’ultimo una relazione corretta e solida. Ogni cane ha infatti i propri gusti per quanto riguarda le parti del corpo e il modo in cui preferisce essere toccato, e, soprattutto se si tratta di un animale che si incontra per strada, è importante sapere quali sono le zone generali e le modalità con cui è meglio approcciarsi a un cane per accarezzarlo.

Accarezzare il cane, quali sono le zone che preferisce

Prima di accarezzare il cane bisogna considerare se l’animale abbia voglia o meno di ricevere le attenzioni del proprietario: non vanno infatti invasi i suoi spazi ed è necessario osservare e comprendere se il cucciolo appare teso e rigido, oppure se è rilassato e scodinzola. Anche la direzione dello sguardo di un cane aiuterà la persona a capire se l’animale sia disposto a essere toccato. Se si tratta di un amico a quattro zampe incontrato per la strada o di cui non si è proprietari, l’importante è avvicinarsi all’animale con cautela, non infastidendolo se quest’ultimo non vuole ricevere attenzioni. Bisogna infatti approcciarsi con lentezza e dolcezza, facendo capire al cucciolo che si hanno le migliori intenzioni.

Per accarezzare il cane va considerato se quest’ultimo mostra sicurezza quando gli si è vicini: in questo caso ci si può avvicinare a lui chinandosi, senza però farlo sentire minacciato. Non bisogna guardare l’animale negli occhi, ma semmai lusingarlo e rassicurarlo con la voce affinchè acquisti fiducia nella persona che si trova davanti.

È necessario poi porre attenzione a dove si accarezza il cane. Una delle zone preferite dall’amico a quattro zampe è quella anteriore vicino al collo, oppure quella delle spalle. La zona anteriore vicino al collo e alle spalle crea meno ansia al cane rispetto all’estremità posteriore vicino alla coda e alle zampe posteriori. Una volta che si è acquisita la fiducia del cucciolo, è possibile accarezzare il cane sotto il mento o sul petto, facendo attenzione a non insistere sulla mascella. In generale agli amici a quattro zampe piace molto essere coccolati dietro le orecchie e anche sulla pancia: quest’ultima zona è particolarmente vulnerabile nel cane, e se quest’ultimo si mette a terra con il ventre all’aria significa che si fida completamente del proprietario ed è pronto a ricevere affetto.

 

Quali sono gli errori da non commettere quando si accarezza il cane?

Per non commettere errori quando si cerca di capire come accarezzare un cane bisogna considerare che l’animale non va toccato e disturbato mentre sta mangiando, perché questo è un momento estremamente importante e privato nella giornata di un amico a quattro zampe. Alcuni cani poi sono particolarmente gelosi e possessivi del loro cibo o dei giocattoli, e possono quindi reagire male pensando che il proprietario si stia avvicinando per toccarglieli o toglierli.

Non va neanche fatto l’errore di pensare di riuscire a prevedere le reazioni di un cane che non conosciamo: anche se sembra sereno e amichevole, questo non significa che sia pronto a farsi toccare da uno sconosciuto. Se in casa poi ci sono dei bambini, bisogna controllare come si approcciano quando provano ad accarezzare il cane. Molto spesso infatti, i più piccoli tendono ad avere dei comportamenti improvvisi e imprevisti che potrebbero far agitare o reagire male l’animale.

 

accarezzare caneCurioso, sano e coccolato…e il tuo cane è felice!

La felicità di un cane passa attraverso diversi gesti e atteggiamenti, dimostrati sia da parte sua che del proprietario. Ci sono diversi elementi che possono far sentire un cane amato e coccolato. Scopri i suggerimenti…

>> Leggi l’approfondimento

 

 

Immagine di copertina: Shutterstock
Approfondimento: Purina