22 febbraio 2021

pubblicato da: Medico Veterinario

Gatto che perde l’equilibrio? Ecco cosa fare

Che succede se il gatto ha la sindrome vestibolare? Tutte le cause e le possibili soluzioni per aiutare il micio

Sono diverse le cause di sindrome vestibolare nel gatto, si va da problemi al timpano a problematiche encefaliche. Se il gatto perde l’equilibrio, ha nistagmo e non riesce a stare in piedi, contatta subito il tuo veterinario.

 

Equilibrio gatto: come funziona?

Prima di andare a capire quali sono le cause che portano il gatto a manifestare una forma di sindrome vestibolare, bisogna stabilire quali siano le componenti che permettono al sistema vestibolare di funzionare correttamente. Ci sono due grossi comparti. Da una parte abbiamo l’apparato vestibolare che si trova nell’orecchio interno, vicino alla coclea. Dall’altra abbiamo la sezione che si trova nella parte inferiore del cervello.

L’apparato vestibolare propriamente detto è composto da diversi canali pieni di un liquido che contengono cellule nervose e recettori specializzati. Questi recettori, collegati ai nervi che poi portano gli impulsi al cervello, tendono a rispondere ai cambiamenti di movimento dei fluidi presenti in questi canali. Quando il gatto sposta la testa o cambia posizione, ecco che il fluido si sposta generando dei segnali che vengono percepiti dai recettori e inviati tramite il sistema nervoso al cervello. Qui viene registrata la posizione della testa in rapporto alla gravità, il tutto per capire se la testa è ferma o si muove e, in quest’ultimo caso, in quale direzione si sta muovendo.

Solitamente l’equilibrio del gatto viene mantenuto in quanto questo sistema è capace di resistere anche qualche minuto prima di cambiare posizione. Facendo un esempio pratico, quando il gatto si gira in una direzione, ecco che viene inviato automaticamente un segnale non solo ai muscoli di quel lato del corpo per assecondare il cambio di direzione, ma anche ai muscoli dell’altro lato per adattarsi al movimento fatto. Ma quando qualcosa in una qualsiasi parte di questo meccanismo non funziona ecco che si può sviluppare una sindrome vestibolare.

 

A cosa servono le vibrisse del gatto?

 

Gatto che perde l’equilibrio: cause della sindrome vestibolare

Sindrome vestibolare

Sono tantissime le cause di sindrome vestibolare nel gatto, il meccanismo che regola l’equilibrio, come spiegato, è molto delicato. Vediamo quindi cosa potrebbe aver causato uno squilibrio nell’organismo:

  • otite grave
  • perforazione del timpano
  • polipi
  • tumori dell’orecchio
  • trauma cranico
  • neurite
  • tumori dei nervi
  • encefalite
  • disturbi vascolari
  • carenza di tiamina
  • malformazioni encefaliche
  • farmaci (alcuni tipi di antibiotici)
  • forma idiopatica tipica dei gatti anziani (si parla di forma vestibolare idiopatica del gatto anziano)

 

Sindrome vestibolare gatto: sintomi e guarigione

Ci sono diversi sintomi che fanno parte della sindrome vestibolare del gatto:

  • movimento di maneggio: il gatto gira in circolo o su stesso sempre dallo stesso lato
  • il gatto tende a cadere di continuo per la perdita di equilibrio
  • non riesce a mantenere la stazione o la posizione seduta
  • rotazione della testa, cioè tiene la testa inclinata da un lato, in maniera più o meno evidente
  • nistagmo (movimento oscillatorio rapido e involontario dei bulbi oculari anche quando il gatto tiene la testa ferma) sia orizzontale che verticale
  • barcollamenti
  • nausea
  • vomito

Visto che il sistema che controlla l’equilibrio si trova a stretto contatto con i centri che si occupano dei movimenti di palpebre, labbra e orecchie, ecco che a volte, quando il gatto manifesta una sindrome vestibolare, si possono avere sintomi riferibili anche a queste aree del cervello:

  • diminuzione e perdita dell’udito
  • paralisi nel nervo facciale con ptosi palpebrale o del labbro

A tutti questi sintomi, bisogna poi aggiungere anche quelli sistemici legati al fatto che le patologie che colpiscono il centro dell’equilibrio a livello dell’encefalo possono poi estendersi anche nelle aree vicine, provocando effetti come:

  • debolezza
  • cecità
  • difficoltà a mangiare o bere
  • convulsioni

 

Sindrome vestibolare gatto: cura

Se noti nel tuo gatto uno o più dei sintomi sopra descritti, contatta subito il tuo veterinario. Dopo aver provveduto a stabilizzare il gatto, suggerirà l’iter diagnostico più idoneo per capire quale sia la causa del disturbo del gatto, in modo da migliorare la precisione della cura. La prognosi e la guarigione dipenderanno strettamente dalla causa sottostante.

Nel frattempo, visto che il gatto non ha equilibrio e tende a cadere, tienilo in un posto piccolo e sicuro, come può essere un trasportino imbottito con un asciugamano o una coperta. Limitare i suoi movimenti in questo modo eviterà cadute e ulteriori traumi.

Aiutalo anche per quanto riguarda il mangiare e il bere: non avendo equilibrio, non riuscirà a stare in stazione per alimentarsi normalmente. Tienigli la ciotola del cibo e dell’acqua vicino al muso in modo che non debba muoversi per mangiare e bere.

 

Perché si dice che i gatti cadono sempre in piedi?

 

Fonti: PubMed, The neurology of balance: function and dysfunction of the vestibular system in dogs and cats di Marc Kent, Simon R. Platt eac Scott J. Schatzberg – Medicina Felina – Manuale Pratico di Gary D. Norsworthy, Mitchel A. Crystal e Sharon K. Fooshee

Approfondimento: Gourmet