5 settembre 2019

pubblicato da: Redazione PetPassion

I gatti amano nascondersi e osservare il mondo dall’alto. Perchè questa passione per le altezze?

I gatti amano andare sui tetti o nei posti alti. Scopriamo insieme cosa si nasconde dietro questo comportamento.

 

Chiunque abbia convissuto con un gatto, prima o poi si è ritrovato col felino appollaiato sull’armadio più alto della casa, sul bordo delle porte o sulle mensole. Questo comportamento è anche tipico dei grandi felini: abbiamo tutti negli occhi le immagini di leoni e tigri che sonnecchiano mollemente adagiati sui rami degli alberi o su qualche roccia. Nel linguaggio dei gatti, questo comportamento può avere diverse motivazioni. Scopriamo allora perché ai gatti piacciono i posti in alto.

 

Possibilità di controllare il territorio

Dobbiamo ricordarci che in natura il gatto è un animale predatore. Mettendosi in una posizione sopraelevata, può controllare meglio tutto il territorio, tenendo anche d’occhio dove sono posizionate eventuali prede e predatori. Così facendo, può anche tenere sotto controllo le risorse disponibili e gli altri membri del gruppo.

Quando il gatto sceglie di arrampicarsi su un posto in alto vuole soddisfare un proprio istinto naturale: tenere gli occhi su preda ed eventuali predatori, è infatti un bisogno fisiologico dei felini, che li aiuta a sentirsi tranquilli e attivi.

 

In alto i gatti si sentono più al sicuro

Nei gatti, il comportamento di mettersi nei luoghi più in alto può avere anche un altro significato: il gatto, infatti, oltre ad essere un predatore è potenzialmente anche una preda. Mettendosi in alto, arrampicandosi grazie alla potenza delle sue unghie e alla sua agilità, può mettersi al sicuro da altri predatori che non riescono ad arrampicarsi.

Se il gatto sale sul tetto o si arrampica su un albero lo fa anche perché questo gli assicura tranquillità e sicurezza: più sale su luoghi in alto, infatti, e minore è il rischio che venga infastidito o minacciato da qualsiasi altro essere vivente, umano o animale che sia. I luoghi in alto diventano quindi per i mici i posti preferiti dove potersi riposare in tutta serenità, considerati degli spazi sicuri dove nessuno può turbare la quiete.

 

In alto fa più caldo

È anche possibile che il gatto decida di andare più in alto per dormire perché fa più caldo. L’aria calda tende a salire, quindi, soprattutto nella stagione fredda, il micio potrebbe cercare delle zone più alte per dormire più al calduccio.

Questo vuol dire che possiamo anche aiutare il gatto a dormire meglio. Come migliorare il riposo del gatto? Semplice: mettendo delle cucce in alto (per esempio, delle amache apposite per felini), il gatto potrebbe sentirsi più al sicuro e quindi riposare anche più sereno. Ancora meglio se la cuccia è posizionata in alto e coperta, in modo che il gatto possa pure nascondersi agli occhi del mondo.

Se infatti il micio sente di poter essere riparato da eventuali pericoli all’interno della sua casetta, la sceglierà come il riparo ideale e quindi come il posto dove rifugiarsi se dovesse essercene bisogno.

 

È divertente

Ultimo motivo, il divertimento. Per il gatto stare in alto significa non solo riuscire a vederci meglio e a porsi alla nostra altezza, in modo da guardarci dritti negli occhi (o anche dall’alto in basso), ma vuol dire anche giocare. Fra i giochi dei gatti più divertenti, infatti, annoveriamo proprio quello degli agguati. Il gatto si diverte tantissimo a lanciarsi dall’alto e ad atterrarci sulle spalle, o a tirarci zampate dall’alto dell’armadio o delle porte. È un gioco che gli richiama alla mente i comportamenti di caccia ed esplorazione che i gatti selvatici adottano quotidianamente in natura.

 

Il gatto che riposa sul tetto

Il gatto adora guardare il mondo dall’alto in basso. E scalare gli alberi, passeggiare sui tetti, saltare sui mobili diventano ben presto il suo passatempo prediletto. Ma perché gli piace così tanto stare in alto?

Continua a leggere!