6 ottobre 2011

categoria: Cani di razza

pubblicato da: Redazione PetPassion

Il pastore tedesco, originario della Germania, è un cane da accompagnamento, da guardia, da difesa, di servizio e da pastore. Il pastore tedesco è un cane di taglia media, leggermente allungato, forte e ben muscoloso. Le sue origini risalgono a molto tempo fa. Fu un certo Von Stephaniz, alla fine del XIX secolo a selezionare […]

pastore tedesco_fotoIl pastore tedesco, originario della Germania, è un cane da accompagnamento, da guardia, da difesa, di servizio e da pastore.

Il pastore tedesco è un cane di taglia media, leggermente allungato, forte e ben muscoloso. Le sue origini risalgono a molto tempo fa. Fu un certo Von Stephaniz, alla fine del XIX secolo a selezionare con metodi molto rigorosi questa razza. Secondo alcuni sarebbe il cane più antico al mondo e secondo altri discenderebbe dai lupi selvatici incrociati con cani domestici. Come lo conosciamo oggi è il risultato di un incrocio avvenuto in Germania alla fine dell’ottocento frutto di una ferrea selezione degli allevatori, che hanno curato, in maniera veramente abile, sia l’aspetto estetico funzionale, sia quello caratteriale. Per queste sue particolari qualità a partire dall’inizio del XX secolo questo cane ha registrato via via un successo strepitoso. Il pastore tedesco è un cane intelligente, sicuro di sè, equilibrato e di un’estrema fedeltà nei confronti del padrone. Risulta un cane idoneo da accompagnamento, da guardia, da difesa, di servizio e da pastore.  Nelle regioni dove abbondano i campi coltivati viene usato per guidare il gregge e il suo istinto predatore lo porta spontaneamente a tener raggruppati gli animali, lavorando in sintonia con gli altri cani. In questo campo il grado di addestramento riesce a raggiungere limiti assai elevati, mantenendo un equilibrio tra l’obbedienza e l’istinto predatorio. Nel servizio di protezione civile il pastore tedesco viene addestrato per la ricerca di persone disperse nella neve e per le persone sepolte da frane e terremoti. In questi lavori vengono sfruttate le grandi capacità olfattive del cane, ma devono avere anche delle caratteristiche essenziali come la curiosità, la vivacita ed essere cani molto socievoli che considerino il loro lavoro di ricerca come un gioco piacevole. Il cane-guida aiuta il cieco ad essere pressoché autosufficiente, permettergli di svolgere un lavoro e di condurre una vita più normale possibile. Per questo compito il cane deve avere un carattere equilibrato, non aggressivo e deve essere dotato di una forte indole socievole. Questa razza viene impiegata anche da parte delle forze di polizia nella ricerca della droga. Il cane deve avere un carattere particolarmente vivace e giocoso e un buon istinto predatorio che lo porti ad afferrare ogni cosa venga loro gettata o agitata davanti. Infine, si sono i cani soldati che affinacano i soldati in vari Paesi e in numerosi conflitti. Questi cani vengono sottoposti ad un allenamento intenso e specifico. Naturalmente la bravura dei cani dipende dal loro allenatore, che li addestra fin dai primi anni di vita creando con loro un rapporto di fiducia e rispetto reciproco.

Maria Pezzillo

Redazione Petpassion.tv

press@petpassion.tv