Trasporto cane in aereo

I cani possono viaggiare in aereo?

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

22 marzo 2019

pubblicato da: PetPassion Redazione

Come organizzare il trasporto dei cani in aereo.

La risposta è sì, ma con le dovute precauzioni. Ogni compagnia ha le sue regole da conoscere prima di mettersi in viaggio.

A chi non piacerebbe fare una bella vacanza in compagnia del proprio amico a quattro zampe? Anche i cani provano sentimenti, proprio come noi, per cui sarebbero felicissimi di vivere un’esperienza come questa con i loro proprietari. Finché si viaggia in macchina o in treno, non ci sono grandi difficoltà, ma quando si parla di trasporto cani in aereo, la questione diventa un po’ più complicata. Infatti, si tratta di un mezzo di trasporto che non è molto amato dai cani, per via delle condizioni restrittive in cui sono costretti a viaggiare e dalle molte regole imposte dalle compagnie aeree. Eppure, ci sono situazioni in cui è inevitabile prendere l’aereo per raggiungere determinate destinazioni e quindi è opportuno conoscere le modalità per affrontare questo viaggio nelle condizioni più agevoli possibili per il nostro amico a quattro zampe.

 

Animali: regole per portarli in aereo

La prima cosa da sapere è che la gran parte delle compagnie aeree accetta i cani in cabina solo se non superano i 10 chili di peso (contenitore incluso); superata questa soglia, i cani devono viaggiare in stiva, ammesso che la compagnia lo consenta. In cabina possono quindi viaggiare solo cani di piccola taglia, chiusi all’interno di un trasportino, che rispetti le dimensioni consentite. Ovviamente si tratta di una condizione di viaggio difficile per il cane, che dovrà stare diverse ore all’interno di uno spazio molto piccolo; situazione questa che viene peggiorata dal fatto che i cani soffrono molto per i rumori forti provocati dall’aeromobile, in particolare durante il decollo e l’atterraggio.

È evidente quindi che il trasporto del cane in aereo è un momento molto stressante per i nostri amici a quattro zampe. L’unica cosa che si può fare è cercare di renderlo il più agevole possibile, mettendo in pratica alcune accortezze che possano farlo sentire più tranquillo.

  • Prima di affrontare il viaggio, bisogna prevedere una lunga passeggiata insieme al cane, in modo che possa svuotare la vescica quanto più è possibile ed evitare di fare i propri bisogni in viaggio.
  • Il trasportino deve avere una base impermeabile, in modo da assorbire eventuali fuoriuscite di pipì durante il viaggio.
  • Meglio evitare di somministrare cibo e acqua durante il volo, perché il cane potrebbe avere delle nausee. Ovviamente questo dipende dalla durata del volo: se si tratta di un viaggio intercontinentale di diverse ore, è inevitabile somministrargli almeno un po’ di acqua, ma senza esagerare, anche per non indurgli l’esigenza di fare pipì.
  • Durante il volo il cane potrebbe agitarsi e sentirsi nervoso. Sarebbe opportuno coccolarlo con carezze e sguardi rassicuranti, che possano farlo sentire il più possibile a proprio agio.
  • Una volta atterrati, bisogna affrettarsi a portare il cane in un posto in cui possa sgranchirsi le gambe ed espletare i suoi bisogni fisiologici.
  • Se il cane viaggia in stiva, è meglio sincerarsi con il personale di bordo che questa sia pressurizzata e climatizzata. In ogni caso si tratterà di un’esperienza non facile per il cane, che dovrà viaggiare lontano dal suo proprietario ed in una condizione disagevole per lui. È sempre preferibile che il cane viaggi in cabina, ove possibile.

Cani in aereo: quali compagnie lo permettono?

Sono molte ormai le compagnie aeree che accettano a bordo animali da compagnia. Tuttavia, ognuna ha le sue regole ed è sempre opportuno informarsi bene su quali siano le modalità di volo con un cane prima di mettersi in viaggio.

Ecco tre esempi di compagnie aeree che accettano cani a bordo:

  • Alitalia
    La nostra compagnia di bandiera accetta in cabina cani fino a 10 chili, superati i quali devono viaggiare in stiva. La loro presenza prevede un supplemento, che varia in base al peso del cane e parte da un minimo di 40 euro per i cani di piccola taglia che viaggiano in cabina.

 

  • Vueling
    È una delle poche compagnie low cost che accetta cani a bordo, purché non superino gli 8 chili di peso e a fronte di un supplemento di 40 euro per i voli nazionali e 50 euro per i voli internazionali e le Canarie.

 

  • Air France
    Le regole di imbarco dei cani in aereo variano a seconda del paese di partenza e destinazione. L’unico modo per conoscere quelle applicate al proprio viaggio è inserire la presenza di un animale in fase di prenotazione.

 

Condividere immagini di cani sui social: consigli su come scegliere le foto migliori

Se anche tu ami condividere le foto del tuo pet sui social network, segui questi semplici consigli per pubblicare le foto più affascinanti. A partire dal profilo di Mark Zuckerberg…!

>> Scopri di più

 

Approfondimento: Purina One