24 luglio 2018

pubblicato da: Redazione PetPassion

Estate in città? Come affrontare il caldo e le vacanze con gli animali in ambiente cittadino! È bellissimo trascorrere le proprie vacanze con gli animali, ma non dobbiamo scordarci di proteggere i nostri cani e gatti dal caldo dell’estate. Sì, anche i gatti: tutti di solito pensano al cane e ai colpi di calore, ma anche i gatti soffrono i caldi e vanno tutelati. Le vacanze degli animali devono essere sicure per loro, quindi ecco alcuni utili consigli per un’estate con cani e gatti in città all’insegna della sicurezza.

L’estate sta arrivando e con essa tutti i pericoli del caso per i nostri amici a quattro zampe: colpi di calore, dermatiti da sole, ustioni ai polpastrelli, forasacchi… Ma come fare per proteggerli?

 

È bellissimo trascorrere le proprie vacanze con gli animali, ma non dobbiamo scordarci di proteggere i nostri cani e gatti dal caldo dell’estate. Sì, anche i gatti: tutti di solito pensano al cane e ai colpi di calore, ma anche i gatti soffrono i caldi e vanno tutelati. Le vacanze degli animali devono essere sicure per loro, quindi ecco alcuni utili consigli per un’estate con cani e gatti in città all’insegna della sicurezza.

 

Il pericolo dei colpi di calore

Non solo in città, ma ovunque, d’estate aumenta il rischio di colpo di calore. Soprattutto in ambienti piccoli, umidi e poco ventilati, in poco tempo la temperatura ambientale può salire di parecchio anche rapidamente. Ecco che, allora, cane e gatto (e anche coniglio e tutti gli altri animali) possono essere vittime di un colpo di calore.

Potete riconoscere un colpo di calore nei vostri cani e gatti da questi sintomi:

  • l’animale ansima tanto con respiro difficoltoso;
  • la temperatura corporea aumenta sopra i 40 gradi;
  • gengive e congiuntive sono rosso scure (nelle fasi terminali diventano pallide e cianotiche);
  • le mucose si seccano e la saliva diventa densa;
  • l’animale è agitato, vuol stare supino e non riesce a muoversi;
  • debolezza e barcollamenti;
  • collasso e perdita di conoscenza;
  • la produzione di urina cala drasticamente;
  • emorragie intestinali;
  • se la temperatura si mantiene alta, arrivano danno cerebrale, renale e epatico;
  • morte.

 

Se notate questi sintomi, il cane va portato subito dal veterinario più vicino e ricoverato: i danni da colpo di calore possono non essere subito evidenti, ma se la temperatura corporea non viene gradualmente abbassata, diventano irreversibili.

Bisogna evitare a tutti i costi il colpo di calore:

  • far stare gli animali in un ambiente areato il più possibile, eventualmente anche con l’ausilio di ventilatori e aria condizionata (meglio una tosse da aria condizionata che un colpo di calore);
  • per i cani lasciare una piscinetta piena d’acqua nella quale possano rinfrescarsi se vogliono;
  • se cominciamo a vederli accaldati, bagnargli testa, corpo e zampe con un panno imbevuto di acqua fresca (il gatto potrebbe non gradire molto la manovra);
  • evitare che stiano al sole, posizionare eventualmente in giardino degli ombrelloni;
  • mai lasciare un animale in macchina d’estate, anche se all’ombra e anche se con il finestrino parzialmente abbassato: l’abitacolo dell’auto si surriscalda molto velocemente e il colpo di calore è assicurato

 

Attenzione alle ustioni dei polpastrelli

Un pericolo sottovalutato, soprattutto nei cani,  è l’ustione dei polpastrelli. Accade sia ai cani in vacanza al mare quando vengono portati in spiaggia (sia spiagge di sabbia che di sassi), sia ai cani che rimangono in città per via dell’asfalto.

Il fatto è che noi abbiamo le scarpe e non ci facciamo caso, ma i cani hanno solo i polpastrelli e asfalto, sabbia e sassi diventano bollenti d’estate, soprattutto nelle ore più calde. Il che vuol dire rischiare di provocare brutte ustioni ai polpastrelli. Bisognerebbe dunque evitare di portare il cane su questi substrati nelle giornate più torride e nelle ore più calde della giornata.

Esistono anche delle apposite creme da applicare ai cani per ridurre il rischio di ustioni, magari vale la pena provarle.

 

Come rinfrescare cani e gatti in estate

Per aiutare cani e gatti a sopravvivere al caldo estivo cittadino ci sono degli accorgimenti da mettere in atto:

  • per i cani, mai portarli a spasso nelle ore più calde della giornata o subito appena tramonta il sole (tutto il caldo dell’asfalto si libera in quel momento);
  • quando si è in passeggiata, portarsi dietro abbondante acqua. L’acqua non va solo data da bere al cane se inizia ad ansimare troppo, ma va anche passata sulla testa, sul corpo e sulle zampe per rinfrescarlo;
  • tenete i ventilatori accesi in casa, ma occhio a posizionarli dove cani e gatti non possano arrivarvi per evitare lesioni;
  • non lasciare mai gli animali in auto, neanche per cinque minuti e neanche se all’ombra;
  • fornire cibo eventualmente allungato con un po’ di acqua o brodo per aiutarli a reidratarsi.

 

Come fare stare fresco il gatto in estate

È importante che la tua casa resti fresca anche nelle ore centrali della giornata. Per prevenire il surriscaldamento degli ambienti è sufficiente tenere accostate le persiane o abbassate le tapparelle a partire dalle 11 del mattino…

Leggi l’approfondimento qui!

 

 

CREDITS:

Immagine di copertina: Shutterstock
Approfondimento: Friskies