29 aprile 2020

pubblicato da: PetPassion Redazione

Esercizi per gatti obesi, come far fare attività fisica al micio.

Come riconoscere un micio con qualche chilo di troppo? E quali sono gli esercizi consigliati per i gatti obesi?

 

I gatti che vivono in appartamento corrono un grosso rischio, ovvero quello dell’obesità. In questo senso diventa importante monitorare il peso del proprio micio, assicurandosi che non mangi troppo e che abbia frequenti opportunità per svolgere dell’esercizio fisico. La mancanza di attività motoria rientra infatti fra le cause principali dell’aumento di peso nei felini. Ma come capire se un amico a quattro zampe è obeso? E quali sono gli esercizi fisici per gatti obesi ideali per aiutarli a rimettersi in forma?

 

Gatti obesi, come capire se hanno dei chili di troppo

Generalmente i gatti si possono definire sovrappeso se il loro peso è al di sopra del 15% rispetto al peso ideale, mentre diventano obesi se il peso è sopra del 30%. Tendenzialmente i felini che hanno meno di 2 anni di età guadagnano peso più facilmente, così come i mici fra i 2 e i 10 anni di età, utilizzando meno energia rispetto ad esempio a un cucciolo, sono più a rischio di diventare sovrappeso. I gatti castrati poi sono soggetti esposti al rischio obesità in quanto si muovono di meno.

Ma come capire quando il proprio gatto è obeso? Essenzialmente si possono notare le seguenti cose:

  • accarezzandolo non si riescono a sentire le costole;
  • la vita non è visibile guardando il felino dall’alto;
  • il micio non è per niente agile nei movimenti;
  • il gatto presenta una grande difficoltà a pulirsi.

In questo caso è fondamentale definire una dieta per il gatto obeso e degli esercizi fisici, che si possono svolgere tranquillamente in casa, per aiutarlo a recuperare il peso forma.

 

Quali sono gli esercizi per gatti obesi?

Mantenere in forma il proprio gatto deve essere una prerogativa di tutti i proprietari di amici a quattro zampe. Creare degli stimoli all’interno della propria abitazione è fondamentale per aumentare il livello di attività fisica del felino. Quest’ultima va oltre al consumo di energia e calorie ma in generale contribuisce al benessere dell’animale. Con l’attività fisica si va infatti a stimolare la mente del micio, si migliora la sua massa muscolare e quindi il metabolismo, aumenta la mobilità e il flusso sanguigno ed è utile per rafforzare il legame proprietario-gatto.

Trovare degli esercizi per gatti obesi non è complesso, in quanto generalmente i felini si divertono semplicemente con qualcosa che li fa incuriosire e che si muove. In questo senso le bacchettine con le piume sono un gioco molto classico ma al tempo stesso efficace per far tornare in movimento il micio. Allo stesso modo i topini che si muovono da soli diventano un alleato essenziale per riattivare l’istinto felino del gatto e rimetterlo quindi in movimento.

Un tiragraffi è poi molto importante non solo per far fare esercizio all’amico a quattro zampe ma anche per consentirgli di avere la sua routine quotidiana di affilamento unghie. Infine, il kong per gatti, ovvero un gioco con cui l’animale interagisce muovendolo e agitandolo in modo da far uscire i bocconcini contenuti all’interno. Ricordati che se il tuo micio soffre di obesità i croccantini all’interno del kong dovranno essere light.

 

 

 

 

Foto: iStock

Approfondimento: Gourmet