17 febbraio 2020

pubblicato da: PetPassion Redazione

Quali sono le caratteristiche fisiche e il carattere del cane Griffon?

Quali sono le caratteristiche del cane Griffon? Quante e quali sono le tipologie di questa razza canina?

 

Il termine Griffon, in italiano Grifone, inizia ad essere utilizzato a partire dal Medioevo per indicare i cani da caccia a pelo duro per distinguerli da altri cani da ferma.  Entriamo nel dettaglio ora: quali sono quindi le tipologie e che caratteristiche hanno?

Griffon cane, le tipologie

Considerando le razze di cani esistenti bisogna sapere che ci sono circa dodici tipologie di cane Griffon sviluppatesi e affermatesi nel tempo grazie a incroci con altre razze canine. Ci sono però tre tipi principali: i cani da caccia Griffon Bleu, il Petit basset Griffon e il Griffon Nivernais.

Il Griffon Bleu ha origini pirenaiche ed è il risultato dell’incrocio di un Gascony Blue di medie dimensioni con un Grifone. Essendo a metà strada tra le due razze ne risulta un Grifone dall’aspetto rustico e dotato di una solida costituzione.

Il suo pelo è interamente chiazzato (bianco e nero), due macchie nere sono generalmente posizionate su entrambi i lati della testa e arrivano a circondare gli occhi fermandosi alle guance. Non si incontrano sulla parte superiore del cranio, lasciando un intervallo bianco nel mezzo del quale si trova spesso una piccola macchia ovale nera, tipica della razza.

L’incrocio col Gascony Bleu ha dotato l’amico a quattro zampe di un naso fine, che lo rende un ottimo compagno di caccia, anche se in molte situazioni ti potrà stupire per entusiasmo e intraprendenza. Quest’esuberanza lo rende un cane spesso agitato anche in modo eccessivo ma tuttavia riesce ad essere a suo modo affettuoso.

 

Originalmente c’era solo una razza che si poteva considerare un incrocio tra il Petit Basset Griffon Vendeen e il Grand Basset Griffon Vendeen. Solo successivamente iniziarono a comparire le due razze distinte e si iniziò quindi a diffondere il cane Petit Basset Griffon a partire dal1890.

Il piccolo segugio si distingue per spiccate doti a supporto delle attività venatorie infatti fu una squadra di Petit Bassets a vincere la prima edizione della Coppa di Francia sul coniglio.

Il Basset è un piccolo segugio energico dal corpo leggermente allungato. Il suo pelo lungo e ruvido arriva quasi a toccare terra. Il muso di questo tipo di Griffon cane è caratterizzato da due occhi molto espressivi, un tartufo tendenzialmente nero e ben sviluppato e orecchi stretti. Il nostro piccolo amico ha un portamento fiero lo manifesta soprattutto nella coda, piuttosto corta, portata a sciabola.

Il petiti basset è un cane molto affettuoso e fedele, un ottimo cane da compagnia, anche se in alcuni casi diventa un po’ testardo. Sviluppa un rapporto di profonda sintonia col padrone.Questo gli permette di essere addestrato abbastanza facilmente per caccia, attività in cui si distingue grazie alla sua curiosità per la scoperta di luoghi e odori.

 

Griffon cane, le altre tipologie

Ci sono diverse teorie sulle discendenze del Griffon Nivernais: secondo alcune avrebbe origini orientali, altre ipotesi invece sostengono che questo Griffon dal pelo duro discende dai Cani Grigi di San Luigi o da esemplari di cani da seguita usati dalle antiche popolazioni Galliche. Una versione alternativa invece li vede collegati ai Levrieri Arabi da caccia arrivati in Francia con i cavalieri di ritorno dalle crociate.

Il Nivernais rischiò di estinguersi sotto il regno di Francesco I poiché il re gli preferì i Cani Bianchi per le battute di caccia, solo grazie ad alcuni gentiluomini del Nivernese (da qui la derivazione del nome) la razza venne conservata. Soltanto un secolo dopo questi eventi le linee di sangue del Griffon Nivernais come lo conosciamo oggi furono ricostituite grazie ad incroci tra gli esemplari rimasti nel territorio di origine della razza e Blu de Guascogne, Griffon Vendéen, Foxhound e Otterhound. Il club della razza fu creato nel 1925.

Il suo pelo irto e ispido definisce un carattere molto rustico, inoltre presenta una colorazione tendente al grigio e una corporatura asciutta. Gli occhi scuri, hanno uno sguardo vivace e sopracciglia abbondanti, il muso ha un tartufo nero e molto vistoso e labbra poco sviluppate, rinforzate da una piccola barba sul mento.

Il Nivernais è dotato di un naso molto buono. Questa dote unita a una buona dose di coraggio lo rende adatto ad essere utilizzato con successo in piccoli branchi per la caccia al cinghiale. Come la maggior parte dei cani da caccia si presta a essere addestrato abbastanza facilmente anche se in alcune situazioni manifesta ostinazione e volontà di indipendenza.