12 novembre 2020

pubblicato da: Redazione PetPassion

Bulldog inglese, tutto su questo simpatico cane.

Il Bulldog inglese, aspetto da “duro” ed animo gentile. Scopriamo insieme una tra le razze più dolci, pacate e…pigre!

 

Il Bulldog inglese è una tra le razze canine più amate degli ultimi anni ma non è sempre stato così. A causa del suo impiego nelle lotte contro i tori e per il suo aspetto forzuto e musetto imbronciato, per molto si è pensato, erroneamente, che fosse un cane aggressivo. Niente di più sbagliato!

 

Bulldog inglese, scheda tecnica

  • Tipologia: cane da compagnia;
  • Bulldog inglese vita media:8-10 anni;
  • Provenienza: razza avente origini canadesi ma sviluppatasi perlopiù in Inghilterra;
  • Peso: Femmina= 21-25 kg; Maschio= 23-27 kg;
  • Dimensioni: Femmina e maschio= 30-40 cm;
  • Colore mantello: dal caratteristico manto a tinta unita sul corpo, di solito beige, bianco, color cenere e rosso.

Carattere del Bulldog inglese

Il Bulldog inglese è un cane dall’aspetto buffo e simpatico: tali caratteristiche fisiche rispecchiano, infatti, il suo carattere allegro e giocherellone.

Tale razza è ideale per chi avesse dei bambini in casa poiché i Bulldog inglesi sono dotati di grande pazienza e hanno un carattere molto calmo e docile. Amano giocare ma sanno benissimo quando è il momento di prendersi una pausa e sonnecchiare.

Il Bulldog inglese è una razza canina particolarmente pigra che ama starsene nella sua cuccia. Questo però non deve trarre in inganno poiché anche questi amici a 4 zampe hanno bisogno di regolare attività fisica.

Nonostante il musetto imbronciato, il carattere del Bulldog inglese è particolarmente affettuoso: si tratta di un amico a quattro zampe che ama le coccole e si affeziona molto al padrone. Non è, infatti, una razza in grado di tollerare periodi prolungati di solitudine poiché potrebbe diventare distruttivo nei confronti dell’ambiente circostante.

Sa inoltre il fatto suo e ha bisogno di ricevere un’educazione coerente e rinforzi positivi: questo per evitare che prenda cattive abitudini e impari a relazionarsi sia con gli umani che con i cani. Ricordati infatti che il Bulldog inglese è una razza dominante e potrebbe risultare burbero con i propri simili.

 

caratteristiche bulldog inglese

 

Caratteristiche fisiche del bulldog inglese

La razza Bulldog può essere classificata, secondo lo standard della FCI, come di media taglia di tipo molossoide. Il Bulldog inglese ne è il principale antenato ma da questa particolare razza canina ne sono state selezionate altre: fra queste la più conosciuta e amata è quella del Bulldog francese.

Per quanto riguarda le caratteristiche fisiche del Bulldog inglese si distingue per essere un cane tarchiato dalla piccola statura ma largo e ben piazzato. La testa del Bulldog inglese adulto è grande e massiccia, dalla fronte ampia. Sul muso, in particolare sul tartufo, è presente una ruga, altrettanto caratteristica di questa razza.

Il tartufo è largo e assai voluminoso e tipiche sono le narici altrettanto larghe e ben definite. I Bulldog inglesi, a causa della loro canna nasale troppa corta, soffrono particolarmente il caldo e, per questa ragione, è importante prevenire i colpi di calore e mantenere il cane idratato.

Il Bulldog inglese ha un collo particolarmente muscoloso e ben arcuato. Questo, unito al suo essere un cane molossoide, dona all’animale una straordinaria forza nella presa del muso.

Il pelo del Bulldog inglese poi è corto e compatto ma, al tempo stesso, anche morbido. La cura del pelo di questa razza è molto semplice siccome basta una spazzolata, una volta a settimana, per eliminare i peli morti. Ciò che però richiede maggiore cura è il monitoraggio della pelle dell’animale, a causa delle numerose rughe tipiche di questa razza.

Bulldog inglese colori

Lo standard di tale razza canina prevede un manto dai diversi colori ma devono essere uniformi oltre che puri e brillanti.

In questo senso molto diffusi sono i Bulldog inglese bianco mentre, assai raro, è il Bulldog inglese nero che, tra l’altro, non è ammesso dallo standard. Si trovano poi di frequente Bulldog fulvi ma anche dal manto tigrato e macchiato di rosso, fulvo.

Le origini del Bulldog inglese

Come la maggior parte dei molossoidi, anche il Bulldog deriva dagli antichi “Mastini asiatici” importati dai commercianti fenici in Bretagna. Questa particolare razza canina era impiegata per i combattimenti tra schiavi e animali feroci.

Le origini del nome di questa razza sono invece da far risalire al 1632, periodo in cui il Bulldog inglese era impiegato per combattimenti con tori. Questi combattimenti erano molto diffusi all’epoca e prendevano il nome di bull-baiting.

Con l’abolizione dei combattimenti con i tori, l’interesse per questa razza canina iniziò a diminuire e fu così che i Bulldog inglesi persero man mano le loro aggressive caratteristiche fino a diventare, sempre più il tenero, giocherellone e dal carattere equilibrato cane da compagnia di oggi giorno.

 

 

Approfondimento: Purina