7 luglio 2015

pubblicato da: Redazione PetPassion

Portare gli animali in aereo è possibile e si possono trovare molti voli low cost che lo permettono, basta informarsi in anticipo sulle condizioni applicate dalle compagnie e conoscere le regole di viaggio consigliate dal veterinario. Regole globali e regole particolari La IATA (International Air Transport Association) ha emesso dei regolamenti generali per il trasporto […]

Portare gli animali in aereo è possibile e si possono trovare molti voli low cost che lo permettono, basta informarsi in anticipo sulle condizioni applicate dalle compagnie e conoscere le regole di viaggio consigliate dal veterinario.

viaggiare-aereo-cane

(foto: skeedz.com)

Regole globali e regole particolari
La IATA (International Air Transport Association) ha emesso dei regolamenti generali per il trasporto aereo degli animali, ma ogni compagnia ha le sue regole particolari, quindi è meglio informarsi in anticipo direttamente consultando il regolamento specifico della compagnia scelta.

Numero e taglia degli animali ammessi in cabina
Generalmente per ogni volo è ammesso in cabina un deteminato numero di animali (vedi regolamento compagnia): cani di piccola taglia (inferiori a kg. 10 di peso) e gatti (alcune compagnie accettano il classico trasportino altre ne richiedono di particolari). Canarini e altri piccoli animali viaggiano in cabina in gabbia. Di solito i piccoli animali possono viaggiare con i proprietari, mentre animali di dimensioni più grandi devono essere trasportati in stiva.

Regole del trasporto in stiva
I cani di media o grande taglia viaggiano nella stiva pressurizzata in apposite gabbie rinforzate. Alcune compagnie garantiscono l’assistenza di personale specializzato, centri di assistenza e di ristoro per gli animali duranti gli scali.  In linea generale, le compagnie interrompono il trasporto in stiva degli animali durante i periodi di caldo o freddo estremi. Molte linee aeree hanno tuttavia programmi speciali per far viaggiare i cuccioli in stiva nelle ore del giorno o della notte in cui le temperature sono più moderate.

Cani guida
I cani guida per non vedenti possono viaggiare con il proprietario purché muniti di museruola e guinzaglio.

Linee guida generali
– devono avere almeno otto settimane
– devono essere completamente svezzati
– non devono essere malati
– non devono avere comportamenti aggressivi
– devono essere accompagnati da tutta la necessaria documentazione

Regole per i viaggi internazionali
Le linee aeree richiedono i documenti necessari che attestino che si possa entrare nello specifico Paese con l’animale, e in più alcuni richiedono un permesso di importazione.

Se proprio non potete portare con voi il vostro cane o gatto, rivolgetevi agli asili e pensioni per cani e gatti presenti in tutta Italia.

» torna a “SPECIALE VACANZE”