22 dicembre 2014

pubblicato da: Redazione PetPassion

Sapere com’è fatto un furetto in tutte le sue caratteristiche anatomiche e conoscere le sue abitudini ed esigenze alimentari  è molto importante se si decide di adottarlo e prendersi cura di lui. Il furetto è un pet Il furetto è un animale domestico a tutti gli effetti, tanto che questo status è stato reso ufficiale […]

Sapere com’è fatto un furetto in tutte le sue caratteristiche anatomiche e conoscere le sue abitudini ed esigenze alimentari  è molto importante se si decide di adottarlo e prendersi cura di lui.

Il furetto è un pet

Il furetto è un animale domestico a tutti gli effetti, tanto che questo status è stato reso ufficiale da una dichiarazione dell’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica (INFS), che ha valore giuridico. Il furetto che vive comunemente nelle nostre case (mustela putorius furo), non è presente in natura allo stato libero, ma deriva da un antichissimo incrocio della puzzola con altri mustelidi. I furetti selvatici esistono solo negli Stati Uniti occidentali, ma sono di una specie diversa rispetto a quella che, già duemila anni fa, è stata addomesticata dall’uomo: si chiamano “furetti dai piedi neri” (Mustela nigripes) e sono una specie protetta perché in via d’estinzione.

Caratteristiche fisiche

Il furetto ha un corpo sviluppato in lunghezza con zampe molto corte e muscolose, munite di cinque dita con unghie non retrattili ed è completamente ricoperto da una folta pelliccia. Ha un muso appuntito con evidenti baffi, la testa è piuttosto appiattita ed allungata, le orecchie sono piccole e rotondeggianti. Il maschio ha in media una taglia doppia di quella della femmina, ma nei soggetti sterilizzati precocemente questa differenza è meno accentuata.

La struttura fisica del furetto sembra studiata per la caccia di piccole prede in stretti cunicoli: la colonna vertebrale è così flessibile da permettergli di girarsi di 180° all’interno di una galleria.
La durata media della vita di un furetto è compresa tra 5 e 8 anni. Compie la muta in primavera e in autunno, periodi nei quali perde quasi totalmente il mantello in una sola giornata; dopo la muta il colore del mantello, la sua lunghezza o anche il disegno della mascherina facciale possono modificarsi.

foto-furetto-salute

Stile di vita e alimentazione

Il furetto è un animale prevalentemente notturno, anche se si adatta molto bene ai nostri ritmi di vita diurni, ha gli occhi piccoli e la vista non è molto sviluppata. Gli organi interni non sono molto diversi da quelli del cane o del gatto. L’apparato digerente è adatto ad assimilare alimenti molto nutrienti e digeribili, come le proteine animali.

Ghiandole e odore

Ha una pelle molto spessa, ricca di ghiandole sebacee, il cui secreto è responsabile dell’odore intenso che hanno naturalmente questi animali. L’attività delle ghiandole sebacee dipende dall’azione degli ormoni sessuali, ma per gli animali sterilizzati questo odore si riduce notevolmente. Le ghiandole sudoripare sono scarsamente sviluppate, pertanto i furetti sopportano male il caldo e se la temperatura ambientale aumenta troppo sono soggetti a colpi di calore.

Foto di copertina: anca7002