3 marzo 2020

pubblicato da: PetPassion Redazione

Trillo del gatto, che cos’è e qual è il suo significato?

Il trillo del gatto è un particolare vocalizzo che il felino emette per diversi motivi. Ecco qual è il significato di questo suono e le ragioni per cui i mici lo utilizzano.

 

I miagolii e vocalizzi dei felini sono tanti e vari e a ciascuno può essere associato un significato differente. Nel comprendere il linguaggio dei gatti è quindi utile conoscere quali sono i diversi versi con cui il proprio amico a quattro zampe può esprimere il proprio stato d’animo. Il trillo del gatto è uno dei vocalizzi più caratteristici e curiosi: come viene generato questo particolare verso e che cosa significa quando il felino “trilla”?

 

Trillo gatto, cos’è e come viene prodotto?

Il trillo del gatto è un vocalizzo particolare e al tempo stesso misterioso tipico di questi amici a quattro zampe. Ma che cos’è il trillo del gatto e come viene prodotto? I mici “trillano” tenendo la bocca chiusa: così facendo l’aria non viene espulsa e anzi viene spinta verso le corde vocali per produrre questo particolare suono.

Nel linguaggio dei gatti il trillo rappresenta un vocalizzo ascendente, di durata molto breve, pari a un secondo o meno. Mentre sentire il gatto che miagola è una situazione piuttosto comune, il trillo del gatto è tipico dei felini che possiedono una personalità più espansiva e vivace, a differenza di quelli timidi che fanno più fatica a esprimersi e sono quindi più discreti nel dimostrare quello che provano.

 

Trillo del gatto, il significato

Nel comprendere il significato del trillo del gatto considera che si tratta di un vocalizzo positivo. Di solito le gatte ne fanno un uso maggiore perché con questo suono comunicano con i loro cuccioli durante il periodo dell’allattamento e dello svezzamento. Le mamme gatte con il trillo chiamano infatti i loro piccoli o comunque li invitano a seguirle. Di conseguenza è possibile affermare che i mici imparano questo vocalizzo sin da quando sono piccoli.

Il trillo del gatto viene usato anche dai felini adulti come segno di amore: il micio può infatti adottare questo verso per salutare in modo affettuoso il proprietario. L’amico a quattro zampe, riconoscendo il fatto che sono gli esseri umani che si prendono cura di lui, utilizza il trillo per richiamare la loro attenzione.

Nel comprendere il significato del trillo del gatto bisogna considerare che tale verso rientra nella stessa categoria delle fusa visto che entrambi i vocalizzi sono realizzati con la bocca chiusa e vengono generalmente usati dai felini per salutare, attirare l’attenzione o come segno di riconoscimento e approvazione. Le principali differenze fra fusa e trillo del gatto sono rappresentate dal fatto che:

  • le fusa sono generate tramite il movimento della glottide e vengono usati per un’ampia varietà di contesti;
  • il trillo è un suono meno profondo e più acuto rispetto alle fusa e ha sempre un significato amichevole.

 

Fusa del gatto: non solo un benessere per il felino

Le fusa del gatto sono uno dei vocalizzi più frequenti di questi amici a quattro zampe. Ma perché i gatti fanno le fusa? E quali sono i principali benefici che porta questo suono felino all’essere umano?

 

 

Foto: Shutterstock

Approfondimento: Gourmet