21 agosto 2019

pubblicato da: PetPassion Redazione

Sabbia per gatti, dove gettare i residui della lettiera

Dove si smaltisce la sabbia e lettiera per gatti? Come capire dove gettare il composto della vaschetta dei bisogni del proprio micio?

 

La lettiera per gatti rappresenta un luogo di fondamentale importanza per i felini, in quanto consente loro di avere uno spazio dove poter espletare i propri bisogni. Per questo motivo è importante tenere costantemente pulita la sabbia per gatti, in quanto tanto più sarà pulita la lettiera, e tanto più il micio sentirà la voglia di accedervi e di utilizzarla.

Quando si sostituisce la sabbia per la lettiera diventa quindi fondamentale procedere all’igienizzazione della cassetta, lavandola con cura con bicarbonato di sodio, aceto o un detergente neutro. Per contrastare i cattivi odori si può poi mettere uno strato di bicarbonato sul fondo della vaschetta e un po’ anche in superficie.

Una volta pulita la lettiera però, dove buttare le feci del gatto?

Quando si pensa a come scegliere la lettiera del gatto e a come smaltirne poi il contenuto, è bene sapere che le lettiere per gatti non sono tutte uguali: a seconda dei materiali, infatti, cambierà anche il luogo in cui la sabbia per gatti può essere gettata.

 

Lettiera in silicio o tradizionale, dove smaltirla?

Quando si procede alla pulizia della lettiera per gatti, va considerato che il contenuto della cassetta deve essere sostituito completamente almeno una volta alla settimana, mentre l’asportazione dei grumi, che contengono i residui organici del micio, va effettuata ogni giorno.

Mentre gli escrementi devono sempre essere smaltiti nell’umido, per capire dove si butta la lettiera per gatti bisogna considerare i materiali di cui è composta la sabbia. Se si è optato per una lettiera in silicio o bentonite, il contenuto andrà gettato nel bidone dell’indifferenziata, e lo stesso discorso vale per una sabbia per gatti composta da materiale artificiale e non biodegradabile.

 

Lettiera biodegradabile per gatti, dove va buttata

Il discorso cambia quando si parla di lettiera biodegradabile, la cui sabbia può essere composta da materiali quali:

  • segatura;
  • trucioli;
  • argilla;
  • sabbia naturale;
  • paglia;

 

Se la lettiera per gatti è costituita da uno dei seguenti elementi, si tratta di una lettiera biodegradabile. In questo caso, quindi, il contenuto della cassetta può essere smaltito insieme all’umido, o anche direttamente in bagno, facendo però attenzione a non esagerare con le quantità per non intasare lo scarico.

Va sempre verificato con attenzione che sulla confezione della sabbia per gatti sia presente la scritta compostabile, che certifica la tipologia di materiale utilizzato e quindi il metodo di smaltimento da usare.

Il consiglio per buttare una lettiera biodegradabile è di gettarne il contenuto direttamente nel bidone esterno dei rifiuti organici, e non in quello domestico, in quanto gli odori presenti potrebbero dare fastidio e gli escrementi non è bene tenerli in cucina.

 

Dove si butta la lettiera del gatto? Consigli per l’uso

Lo smaltimento corretto del contenuto della lettiera per gatto è fondamentale per garantire una corretta raccolta differenziata. A seconda del tipo di materiale di cui è composta la sabbia, ci sono infatti diversi metodi di eliminazione: si va dal bidone dell’indifferenziata a quello dell’organico, facendo sempre molta attenzione a quanto riportato sull’etichetta della sabbia stessa.

>> Scopri tutto

Approfondimento: Purina