come educare un cane

Come educare un cane dopo l’adozione?

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

19 maggio 2020

pubblicato da: PetPassion Redazione

Come educare un cane: adulti e cuccioli.

Sia che il cane adottato sia un cucciolo sia che sia un adulto, dopo l’arrivo a casa è importante insegnarli alcune regole per favorire la convivenza. Come educare un cane dopo l’adozione?

La prima cosa da fare quando si decide di adottare un cane è quella di chiedersi se si è pronti e preparati per affrontare un nuovo arrivo in famiglia. Nel caso in cui sia necessario avere informazioni il medico veterinario e gli operatori dei canili o dei rifugi possono essere dei validi alleati: infatti, grazie ai loro consigli saprai come accogliere il cane garantendo sia a te che all’animale il miglior ingresso possibile.

Successivamente dovrai porti altre domande:

  • La casa è adatta a ricevere il nuovo membro della famiglia?
  • Posso dedicare al cane tempo a sufficienza o potrebbe passare molto tempo da solo?
  • Gli animali hanno bisogno di molta dedizione, riuscirò a portare avanti questo impegno?
  • Sono sicuro di poter mantenere il cane a livello economico?

 

Se la risposta è sì, allora sarai pronto per adottare un animale e capire come educare un cane.

 

Cane adulto, cosa fare dopo l’adozione?

Un cane adulto, solitamente, è già stato educato e comprende i comandi principali, ma il cambiamento di casa porterà comunque a dover instaurare una nuova routine. Inoltre, il cane adulto può aver radicati in sé vizi comportamentali e paure che non sono compatibili con te. In questo caso, è ancora più importante sapere come comportarsi per modificare la sua educazione.

Appena entrato nell’abitazione, fagli vedere quali sono i luoghi a lui dedicati per dormire e per mangiare. E insegnali fin da subito anche quali sono i luoghi proibiti, le stanze o gli elementi della casa, come il divano o il letto, in cui non dovrà andare o su cui non dovrà salire.

Quando arriverà il momento di uscire, cerca di portarlo in esplorazione delle aree in cui passeggerete di solito. Per i primi giorni tienilo al guinzaglio, di modo che possiate entrambi trovare il vostro ritmo.

I comportamenti che saranno concessi o vietati al cane adottato nelle prime settimane entreranno a far parte delle sue nuove abitudini. Per incentivare i suoi comportamenti positivi può essere utile premialo con coccole e snack che facciano capire al cane che ha agito bene.

 

Come educare un cucciolo di cane

Cosa accade, invece, quando si adotta un cucciolo? Se il nuovo arrivato in famiglia è ancora piccolo, la sua capacità di apprendimento sarà amplificata rispetto a un cane adulto. Sarà, quindi, fondamentale fare molta attenzione agli insegnamenti da fornirgli perché il lavoro fatto in questo periodo servirà per tutta la vita.

L’età a cui adottare un cucciolo è un fattore molto importante: di norma, dovrebbe essere tra le 8 e le 12 settimane. Portare a casa il cucciolo prima o dopo questo intervallo di tempo potrebbe causare l’insorgenza di problemi comportamentali.

L’elemento centrale per capire come educare un cane cucciolo è la pazienza: bisogna aspettare i suoi tempi rispettando il suo ritmo di crescita, lodandolo nel momento in cui compie un’azione correttamente e aiutandolo a capire quando sbaglia senza sgridarlo.

Inoltre, in questa fase della vita il cucciolo ha bisogno di socializzare con i suoi simili e con gli umani e ha necessità di avere molti stimoli esterni: via libera, quindi, a carezze e giochi, calibrati su età e struttura del cane.

Non c’è un segreto per sapere come educare un cane, ma è perseverare con metodo e affetto: se riuscirai a conquistarti la sua fiducia, anche lui piano piano ti concederà la sua.

E se a essere adottato è un gatto?
Molti studi scientifici hanno dimostrato che l’adozione di gattini apporta molti benefici psicofisici a chi se ne prende cura.

 

Foto: iStock

Approfondimento: Purina ONE