15 gennaio 2020

pubblicato da: PetPassion Redazione

Cibo per gatti cuccioli, fasi e cosa scegliere

La scelta del cibo per gatti cuccioli è un elemento essenziale per garantire una crescita sana ed equilibrata dell’amico a quattro zampe.

 

I gattini hanno delle esigenze alimentari specifiche e particolari, che è bene seguire per garantirgli una crescita sana ed equilibrata. La scelta del cibo per gatti cuccioli diventa quindi cruciale in particolare nel primo anno di vita del micio. Ecco quindi quali alimenti scegliere per i felini ancora piccoli.

 

Cibo per cuccioli di gatto, i consigli utili

Per quanto riguarda il cibo per gatti cuccioli il primo consiglio utile è di informarti bene sull’alimentazione corretta per il tuo micio, anche con l’aiuto del tuo veterinario di fiducia.

Questo perché sul mercato si trovano numerosi cibi preconfezionati pensati apposta per le esigenze dei felini piccoli: dovrai quindi sapere con esattezza che cosa cercare e perché scegliere un determinato prodotto piuttosto che un altro, di modo da offrire al micio un’alimentazione sana ed equilibrata.

Tieni in considerazione che quando valuti il miglior cibo per gatti cuccioli nei primi mesi di vita i felini hanno bisogno di un pasto che sia quanto più completo ed energetico possibile. I mici cuccioli necessitano infatti di una quantità di energia che è circa il triplo rispetto a quella di un gatto adulto.

Quando scegli il cibo per cuccioli di gatto leggi con attenzione l’etichetta. In particolare, verifica che il prodotto selezionato contenga taurina, vitamine, minerali, proteine e fonti di DHA, un nutriente che si trova nel latte materno e che è fondamentale per lo sviluppo celebrale e visivo dei micetti.

 

Miglior cibo per gatti cuccioli, cosa devono mangiare i micetti?

Quando si accoglie un gattino in casa una delle preoccupazioni primarie è la tipologia e la quantità di cibo per il gattino. Dopo le prime settimane di vita, quando il micetto viene nutrito direttamente dal latte materno, si passa alla fase dello svezzamento, un momento fondamentale per la vita del felino in cui, piano piano, l’animale deve abituarsi a conoscere nuove consistenze e gusti.

Lo svezzamento comincia circa quando il micio compie le 6 settimane di vita e si protrae sino a quando il gatto passa da un’alimentazione liquida a una solida.

Quando compie 12 mesi l’amico a quattro zampe diventa adulto: il suo fisico è consolidato e può quindi mangiare come un gatto adulto, seguendo un’alimentazione che sia sempre bilanciata e completa.

 

Quanto cibo dare al gatto cucciolo?

Per trovare il cibo per gatti cuccioli migliore tieni conto che esistono 4 pilastri nelle fasi di crescita del micio:

  • completezza, data dalla presenza negli alimenti di minerali, proteine, grassi, vitamine e taurina;
  • dimensioni della crocchetta;
  • quantità di cibo, che deve essere poco ma assunto con maggiore frequenza;
  • varietà.

 

Per capire quanto cibo dare al gatto cucciolo tieni conto che tra le 6 e le 12 settimane è sufficiente un totale quotidiano di 70 grammi di cibo specificatamente formulato per le esigenze dei mici cuccioli (le linee kitten), che va suddiviso in 3/4 pasti differenti. Le crocchette devono essere bagnate per ammorbidirle e aiutare la masticazione dell’animale.

Con il passare del tempo le crocchette devono essere bagnate sempre meno, in modo che il gattino possa imparare a mangiare da solo il suo pasto completo. Dopo le 12 settimane i pasti totali giornalieri possono diventare 2 e andranno sempre accompagnati da acqua fresca.

 

 

Foto: Shutterstock

Approfondimento: Friskies