4 marzo 2015

categoria: Nutrizione animali

pubblicato da: Redazione PetPassion

Eterna lotta quella fra cane e gatto: sono diversi in molti aspetti, ma uno dei principali è sicuramente legato alle abitudini alimentari. Vediamo le differenze nell’alimentazione di cane e gatto. Alimentazione del cane Per natura, i nostri amici a quattro zampe si sono evoluti con abitudini differenti: i gatti sono carnivori e non possono sostenersi […]

Eterna lotta quella fra cane e gatto: sono diversi in molti aspetti, ma uno dei principali è sicuramente legato alle abitudini alimentari. Vediamo le differenze nell’alimentazione di cane e gatto.

Alimentazione del cane
alimentazione-canePer natura, i nostri amici a quattro zampe si sono evoluti con abitudini differenti: i gatti sono carnivori e non possono sostenersi senza assumere proteine animali, invece i cani sono onnivori/carnivori, anche se per inclinazione naturale sono primariamente mangiatori di carne. E’ dunque meglio dare al cane alimenti che siano stati bilanciati per la sua digestione. No dunque ai preparati per gatti.
Le diete che si basano fortemente su cereali e carboidrati possono funzionare in alcuni casi per gli animali onnivori, ma sono dannose per i carnivori, che necessitano delle proteine per tutta una serie di compiti come la crescita e la riparazione di tessuti. Inoltre, nel caso dei carnivori, particolarmente sensibili ai carboidrati, l’apporto eccessivo di questi ultimi può portare a obesità e malattie. Quali sono quindi gli alimenti da evitare a tutti i costi? Scoprilo qui >>

Alimentazione del gatto
alimentazione-gattoLa dieta naturale di un gatto in natura è molto ricca di grassi e proteine e prevede solo circa il 10% di carboidrati: modificare questo equilibrio può portare gravi problemi, tra cui obesità, diabete, e disturbi digestivi. Ci sono molti nutrienti che sono necessari nella dieta di un gatto, ma sono superflui per un cane: ad esempio la vitamina A nella sua forma attiva, la Niacina, una vitamina B essenziale, entrambe sostanze che non possono essere prodotte dal gatto e devono essere assunte. Lo stesso per quanto riguarda vari amminoacidi, l’arginina, e la taurina, un amminoacido che non si trova nei tessuti vegetali.
Quali sono quindi gli alimenti che i gatti possono mangiare e cosa invece è necessario evitare? Scoprilo qui >>


nutrizionista-gattoHai altri dubbi sull’alimentazione del tuo gatto?
Leggi i consigli del nutrizionista sulla dieta e la salute del tuo gatto >>
Si tratta di indicazioni generali che non sostituiscono il parere del veterinario e che si riferiscono ad un gatto adulto senza particolari patologie.
Per avere maggiori dettagli o indicazioni specifiche sulla corretta alimentazione del tuo gatto, contatta il nutrizionista Purina ONE!