18 marzo 2020

pubblicato da: PetPassion Redazione

Il cane mangia cibo per gatti, cosa succede e cosa fare?

Vedere un cane che mangia cibo per gatti non è affatto una situazione straordinaria. Ma cosa succede se il cane mangia gli alimenti per i felini? E come intervenire in questa situazione?

Se in casa hai sia un cane che un gatto ti sarà capitato di vedere che magari a volte i due animali spilucchino a vicenda dalla ciotola l’uno dell’altro. Nel caso in cui questo comportamento avvenga una volta ogni tanto non c’è nulla di cui preoccuparsi. Se invece si nota che gli amici a quattro zampe hanno spesso la tendenza a non mangiare il loro cibo allora è il caso di intervenire: cane e gatto hanno infatti esigenze alimentari differenti, e, di conseguenza, anche la loro pappa è diversa. Cosa succede se il cane mangiai il cibo del gatto? E cosa fare quando si assiste a questa situazione?

 

Cosa succede se il cane mangia cibo per gatti?

Il cane che mangia cibo per gatti una tantum non avrà generalmente dei problemi o delle ricadute di alcun genere. Se però questo comportamento diventa un’abitudine allora potrebbero nascere delle complicanze. Il motivo è legato al fatto che il cibo per gatti è molto più ricco di proteine rispetto a quelle del cane. Inoltre, mentre il gatto è un animale prettamente carnivoro, il cane è considerato come un onnivoro: le esigenze alimentari di cani e gatti sono dunque differenti fra di loro.

Ma non solo: le vitamine e i minerali presenti nei cibi per gatti sono formulati specificatamente per questo animale e non sono quindi adatti per i cani. Il carico proteico maggiore apportato a un cane che mangia cibo per gatti ogni giorno potrebbe comportare l’insorgenza di problematiche al tratto intestinale oppure ai reni.

 

Cosa fare se il cane mangia il cibo per gatti?

Il cane che mangia il cibo per gatti può farlo perché non è sazio oppure non gradisce la propria pappa. In ogni caso è bene che quando questo comportamento si reitera con una certa insistenza, i proprietari prendano dei provvedimenti. Una prima soluzione al problema potrebbe essere quella di spostare le ciotole di cane e gatto. Metti i due animali in due stanze differenti nel momento del pasto e ricordati che avere un orario fisso è di fondamentale importanza per cadenzare la routine alimentare degli amici a quattro zampe.

Potrai anche posizionare la ciotola del gatto in un luogo che è difficilmente raggiungibile per il cane. Scegliendo posti in alto, sicuri per il micio ma dove per il cane è impossibile arrivare, risolverai facilmente il problema di dover dividere i due animali durante i pasti.

Anche i comandi base come “Stop”, “No”, “Fermo” possono essere una soluzione al comportamento del cane che mangia il cibo per gatti. Soprattutto agli inizi è bene che il proprietario sia presente quando cane e gatto mangiano, di modo da bloccare con questi comandi l’amico a quattro zampe nel caso in cui si dovesse avventare sul cibo felino. In generale in questi casi è sempre bene rivolgersi al proprio veterinario di fiducia che saprà fornire la spiegazione e la soluzione migliore a questo problema.

 
Differenza fra alimentazione di mantenimento e diete per cani e gatti

L’obesità è un problema che colpisce non soltanto l’uomo, ma anche gli amici a quattro zampe. Quali sono le ragioni per cui cani e gatti aumentano di peso? Qual è la dieta migliore per ciascun animale e come funziona la fase di mantenimento?

 

Foto: Shutterstock

Approfondimento: Purina