29 marzo 2019

pubblicato da: PetPassion Redazione

Tutto quello che c’è da sapere sull’anatomia del gatto.

Non serve essere veterinari per conoscere le caratteristiche di scheletro e muscoli del gatto, utili per prendersene cura.

 

Capire la costituzione fisica del gatto è molto importante per mantenerlo sempre in buona salute, individuando in anticipo eventuali problematiche. Il gatto usa il proprio corpo non solo per muoversi, ma anche per comunicare con i suoi simili e con gli esseri umani, perciò è essenziale che tutti gli apparati interni del gatto siano in ottima salute.

Non basta sapere quali sono le razze di gatti esistenti, ma bisognerebbe approfondire la conoscenza dell’anatomia del gatto, almeno nelle sue nozioni principali. È utile infatti sapere che il gatto appartiene alla famiglia dei mammiferi, con la specifica che si tratta di animali onnivori, per cui il loro apparato digerente è costituito in modo da poter digerire soprattutto la carne. Il corpo di un gatto assomiglia a quello di una piccola tigre, ma ha le caratteristiche tipiche sia della preda che del predatore.

 

Gli organi interni del gatto

L’anatomia del gatto si può suddividere nelle varie parti che costituiscono il suo corpo e che garantiscono l’agilità e la flessibilità tipiche di questo felino.

  • Apparato digerente
  • Apparato respiratorio
  • Apparato urogenitale
  • Apparato cardiocircolatorio
  • Sistema nervoso
  • Muscoli
  • Cute e pelo
  • Organi di senso
  • Scheletro

L’apparato che garantisce le caratteristiche tipiche alla costituzione fisica del gatto è quello scheletrico, a cui viene dedicato un paragrafo a parte.

 

Caratteristiche di scheletro e muscoli del gatto

Lo scheletro del gatto è costituito da circa 250 ossa, a seconda della lunghezza della coda. La colonna vertebrale è molto flessibile e questo lo rende così agile e scattante nei movimenti: è costituita da 7 vertebre cervicali, 7 vertebre toraciche, 3 vertebre sacrali e da 18 a 23 vertebre caudali. Il cranio è ben sviluppato, il cervello pesa circa 25-30 grammi, in linea con quello degli altri mammiferi. La cassa toracica è costituita da 13 costole, ma cervello e polmoni non sono molto sviluppati, motivo per cui i gatti hanno bisogno di riposarsi spesso. Il gatto ha una clavicola molto piccola, legata allo sterno solo da un legamento, per questo può muovere le spalle indipendentemente dalle zampe e ciò gli conferisce una maggiore velocità in corsa.

Le zampe del gatto sono quattro, ma non sono tutte uguali: gli arti posteriori hanno 39 ossa e terminano con 4 dita ciascuno, mentre quelle anteriori ne hanno 41 e le dita sono 5.

Infine, l’apparato muscolare del gatto è costituito da oltre 500 muscoli, collegati alle ossa attraverso tendini molto sottili ma resistenti, di colore bianco perlaceo. Muscoli e scheletro del gatto sono costituiti in modo da avere un animale molto veloce, agile e forte, in grado di saltare 5 volte più in alto della sua statura e reggere un peso superiore al suo.

 

Anatomia gatta femmina

La struttura corporea di una gatta femmina è molto simile a quella del maschio, fatta eccezione per l’apparato riproduttore. Al posto dei testicoli, le femmine hanno le ovaie, collocate dietro ai reni, nella cavità addominale, il cui compito è produrre ovuli e mettere in circolo gli ormoni sessuali femminili. L’utero è costituito da due lunghi corna, dette proprio corna uterine, che confluiscono in un gambo (corpo dell’utero), che termina poi nella vagina.

 

Le razze più amate di gatto

Scopri le caratteristiche di tutte le razze di gatto! 

>> Scopri le razze più amate

 

Approfondimento: Purina