Adotta un gatto FIV!

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

31 maggio 2009

pubblicato da: Redazione PetPassion

“Adotta un gatto FIV” è una campagna che promossa dalle associazioni svizzere TicinoFelino e ATRA/CDA che ha come obiettivo quello di far adottare dei gatti FIV o Felv positivi. Esistono pochissime malattie che possono essere trasmesse dal gatto all’uomo (es dermatofitosi, micosi cutaneee, toxoplasmosi, che sono difficili da contrarre e comunque trattabili). Il gatto può […]

“Adotta un gatto FIV” è una campagna che promossa dalle associazioni svizzere TicinoFelino e ATRA/CDA che ha come obiettivo quello di far adottare dei gatti FIV o Felv positivi. Esistono pochissime malattie che possono essere trasmesse dal gatto all’uomo (es dermatofitosi, micosi cutaneee, toxoplasmosi, che sono difficili da contrarre e comunque trattabili). Il gatto può infettarsi con FIV/FeLV ma nessuna di queste è trasmissibile all’uomo o ad altri animali domestici come cani,conigli, piccoli roditori.

Un gatto FIV, ma anche Felv non è un gatto destinato a morire in breve tempo. Un gatto FIV ha un’aspettativa di vita di una decina di anni; un Felv di meno, sui tre, quattro anni, ma un 30% non sviluppa mai patologie legate a questa forma di immunodeficenza.
Dieci anni non sono pochi per un gatto di casa, e sono tanti per un gatto di colonia che di solito non arriva ai cinque o sei. Ma bisogna anche pensare che i tre, quattro anni di un Felv corrispondono ai nostri trenta, quarant’anni.

Molte persone non se la sentono di accogliere un gatto FIV o Felv perché temono di andare incontro a spese veterinarie insostenibili. Questo è vero solo in parte. E’ vero che questi gatti sono più soggetti di altri ad ammalarsi, ma è anche vero che un gatto FIV o Felv che sta in casa, senza contatti con altri gatti, ha pochissime probabilità di contrarre quelle malattie cui il suo sistema immunitario non sarebbe in grado di contrastare adeguatamente.

La condizione di vita ideale per un gatto FIV o un Felv è proprio quella del “gatto di casa” o meglio ancora “di appartamento”. Per contrastare la fragilità del loro sistema immunitario la cosa migliore è tenerli al riparo da ogni possibile agente infettivo. E l’adozione in appartamento, di uno, due gatti FIV è appunto la soluzione ideale. (C.R.)