Regole » Difendiamo i Gatti Neri

Carica la foto in questa sezione entro la mezzanotte del 29 ottobre.
Non dimenticare di specificare nella descrizione della foto il nome del protagonista.
Le 30 foto più belle saranno utilizzate dalla redazione per realizzare l'album "I Gatti Neri di PetPassion"!
Il tuo gatto nero può diventare una STAR!



MITI E LEGGENDE

Da dove nasce la superstizione?
Come per la maggior parte delle superstizioni, anche questa ha origini molto antiche ed affonda le proprie radici nel mondo classico.
Gli antichi romani amavano molto i gatti e Roma anche oggi è nota per i suoi gatti. Le strade dell'Antica Roma erano trafficate da cavalli che trainavano carri e che spesso portavano merci contenute in otri di terracotta, come ad esempio il vino e l’olio. Un gatto nero di notte, nelle strade che ovviamente non avevano illuminazione, era un quindi un vero problema: non lo si vedeva e se attraversando la strada finiva troppo vicino a un cavallo questo poteva imbizzarrirsi e rovesciare le otri di terracotta e il loro contenuto.
Da allora il gatto nero è ritenuto portatore di sfortuna e proprio per quanto detto, la superstizione è fortemente legata all'attraversamento pedonale.

Ma per gli egizi...
A dispetto di tutto quanto la superstizione insegna, i gatti hanno da sempre rappresentato ed incarnato alcun i importanti valori: la libertà, l'amore e la fertilità.
Gli antichi egizi furono i primi che diedero ai gatti, in particolare a quelli di colore nero, il ruolo di porta fortuna. Sperimentarono che le famiglie che tenevano gatti in casa disponevano di una maggiore quantità di cibo, contraevano meno malattie e sopportavano meno decessi rispetto alle famiglie senza gatto. Il modo accurato di pulirsi del gatto era ben visto dagli egizi e la sua abilità nell'uccidere topi, ratti, scorpioni e serpenti era considerato un autentico colpo di fortuna. Un altro vantaggio dei gatti era che non si cibavano di cereali che, invece, era la dieta pressoché esclusiva degli egizi.
Per le popolazioni classiche il nero il colore della notte con la Luna e le stelle. Era il colore preferito di Iside e di conseguenza il gatto nero era il più sacro per gli egiziani e per i devoti della dea, che proteggeva la buona sorte.
Il nero è anche il colore del limo portatore di fertilità e rinnovamento, quindin diventava simbolo di rinascita e rigenerazione. Era collegato alla morte, ma in senso positivo, infatti era il colore dell'aldilà, dove il defunto subiva le prove e le trasformazioni che gli avrebbero conferito la vita eterna.

I miti europei
I celti credevano che il gatto incarnasse la divinità e questi culti sopravvissero anche in pieno Medioevo tra i contadini in Europa, meno toccati dalle persecuzioni.
Soprattutto nel folclore del Galles e della Cornovaglia ci sono leggende e proverbi sui gatti e sui gatti neri in particolare visti in senso positivo. L'origine di questi miti è celtica e il sacrificio serviva per avere un buon raccolto In Spagna, Francia e Inghilterra durante il Medioevo venivano murati i gatti morti nelle pareti delle case o nei pavimenti, come porta fortuna, e seppellire i gatti di casa ormai defunti sotto i pavimenti era un'antica magia celtica.
Originaria del sud della Francia, ma diffusa anche in Inghilterra, è l'antica leggenda del Matagot, uno spirito che prendeva la forma di un gatto randagio di colore nero e che vagava in cerca di padrone. Questo gatto poteva portare tanta fortuna ma bisognava trattarlo molto bene. La leggenda diceva che per propiziarselo bisognava offrirgli del pollo arrosto e poi farlo entrare in casa. Se il Matagot riceveva il primo boccone di cibo proveniente dalla stesso piatto del padrone ad ogni pasto, avrebbe fatto apparire delle monete d'oro ogni mattina.



CITAZIONI E AFORISMI SUI GATTI NERI
Un gatto nero è davvero un bel portafortuna e lo dimostrano tutti gli aforismi che ruotano attorno alla sua magica figura.


Nella casa in cui vive un gatto nero non mancherà mai l’amore.
(Proverbio Inglese)

Gatto nero non si sbianca con il sapone.
(Proverbio Italiano)

E' difficile riconoscere un gatto nero in una stanza scura, soprattutto quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)

Bacia il gatto nero e ti farà grasso; bacia il gatto bianco e ti farà magro.
(Donald Engels)

Se un filosofo è un uomo cieco, in una stanza buia, che cerca un gatto nero che non c'è, un teologo è l'uomo che riesce a trovare quel gatto.
(Bertrand Russell)

Non importa se un gatto è nero o bianco, finché cattura i topi.
(Proverbio Cinese)

Se un gatto nero ti attraversa la strada, significa che sta andando da qualche parte.
(Groucho Marx)

E' segno di buona fortuna se un gatto nero ed estraneo entra in casa di chicchessia.
(Proverbio Inglese)

Se un gatto nero viene perduto, mille guai capiteranno alla famiglia.
(Proverbio Inglese)

Predire il futuro è un po’ come cercare un gatto nero in una stanza buia.
(Steve Davidson)

Quando il gatto di casa è nero, la ragazza senza amore non resterà davvero.
(Detto Popolare Irlandese)

E' buona cosa che un gatto nero entri in casa tua: per nessuna ragione deve essere scacciato.
(Detto Popolare Cinese)

Ogni gatto nero è una strega che viaggia in incognito.
(Detto Popolare Spagnolo)

Se trovate un pelo bianco su un gatto tutto nero vi porterà fortuna.
(Credenza popolare francese)