26 luglio 2012

pubblicato da: Redazione PetPassion

Mentre Trenitalia e Italo rivedono la propria posizione sulla mobilità pet friendly aprendo le porte di Frecciarossa ed Eurostar anche ai cani di grossa taglia, all’aeroporto di Malpensa il volo per Palermo lascia a terra una passeggera che intendeva partire con il suo cane. È accaduto ad Assia, proprietaria di Duke, un cane di razza […]

Mentre Trenitalia e Italo rivedono la propria posizione sulla mobilità pet friendly aprendo le porte di Frecciarossa ed Eurostar anche ai cani di grossa taglia, all’aeroporto di Malpensa il volo per Palermo lascia a terra una passeggera che intendeva partire con il suo cane.

Cane di razza Cocker (foto: sxc.hu)

Cane di razza Cocker (foto: sxc.hu)

È accaduto ad Assia, proprietaria di Duke, un cane di razza cocker di 6 anni. Entrambi con precedenti esperienze di volo con Alitalia. Ma questa volta, (forse) per una serie di malintesi, la sfortunata viaggiatrice si è vista negare il posto in stiva per il suo cane.

Assia garantisce di aver prenotato (e “pagato”, sottolinea) un biglietto che comprendeva il viaggio in stiva per Duke. Da AirOne fanno invece sapere che si tratta di un equivoco, che il cane non era previsto nella prenotazione e che nessuno dei dipendenti avrebbe mai rilasciato una simile prenotazione, dal momento che «da marzo 2010 AirOne non trasporta animali in stiva (solo in cabina, dentro un trasportino e se non pesano più di 10 kg)».

Non si sa chi abbia ragione, fatto è che, rifiutato l’imbarco per Duke, anche Assia ha rinunciato al volo, restando a terra… ma in buona compagnia.

Marina Naddeo
Redazione PetPassion.TV