Il gatto Balinese e la toelettatura

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

23 giugno 2011

categoria: Curare gli animali

pubblicato da: Redazione PetPassion

Alcuni consigli pratici per saper trattare il pelo del gatto specialmente nel periodo della muta. Il pelo del gatto Balinese è semi lungo e particolarmente setoso, senza sottopelo lanoso. Pertanto questo tipo di pelo non richiede particolari attenzioni o uso di prodotti specifici. Va ricordato che il gatto Balinese appartiene al genere Colorpoint, punte colorate […]

pelo gatto balinese

Alcuni consigli pratici per saper trattare il pelo del gatto specialmente nel periodo della muta.


Il pelo del gatto Balinese è semi lungo e particolarmente setoso, senza sottopelo lanoso. Pertanto questo tipo di pelo non richiede particolari attenzioni o uso di prodotti specifici. Va ricordato che il gatto Balinese appartiene al genere Colorpoint, punte colorate e il bianco del corpo non è mai un bianco assoluto. Per questo motivo non necessita di prodotti sbiancanti altrimenti si rischia di rovinare la colorazione naturale del Colorpoint.
Nel periodo del cambio del pelo, questo gatto, necessita essere spazzolato una volta al giorno, solitamente usando una spazzola di setola morbida o meglio ancora un guanto in lattice. Si potrebbe usare un pettine a dentatura media sulla coda, essendo più folta di pelo, trattandola con molta delicatezza per non infastidire il gatto.
Il Balinese è un gatto molto vivace e non sono soliti sottoporsi a opere di pettinatura o spazzolatura: vede il pettine o il guanto in lattice come un gioco ma basta avere un po’ di pazienza per riuscire nell’intento. Invece, adora farsi fare il bagno proprio perchè amano molto l’acqua. Bisogna usare sempre uno shampoo neutro per gatti, che rispetti il pH naturale del pelo e per l’asciugatura è opportuno utilizzare un phon con tecnologia agli ioni, così il pelo non si caricherà staticamente. Attenzione alla prima volta, abituare gradualmente il gatto al rumore del phon. È consigliabile anche non lavare troppo spesso il gatto, per evitare di rovinare la struttura del pelo.
Per riassumere il gatto Balinese non richiede particolari cure per la toelettatura: sono sufficienti un guanto in lattice o una spazzola in setola da usare quotidianamente nei periodi di muta.
Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante, infatti, prima di utilizzare prodotti specifici per la lucentezza del pelo (ve ne sono tanti in commercio sia sottoforma di integratori alimentari che prodotti da applicare direttamente sul pelo), assicurarsi sempre di somministrare un’alimentazione sana ed equilibrata ricca di vitamine, sali minerali, aminoacidi e acidi grassi che rendono il pelo ancora più bello.
Gianni Di Sipio