15 aprile 2018

categoria: Gatti di razza

pubblicato da: Redazione PetPassion

Il gatto siamese ha origini che risalgono all’antico Siam, oggi Thailandia: le caratteristiche, sembrerebbero riconducibili a quelle del siamese odierno. Lo dice il nome stesso, le origine di questo particolarissimo gatto, dal muso lungo e gli occhi blu, risalgono all’antico Siam, oggi Thailandia. A Bangkok, la capitale del Paese, sono conservati dei documenti risalenti addirittura […]

Il gatto siamese ha origini che risalgono all’antico Siam, oggi Thailandia: le caratteristiche, sembrerebbero riconducibili a quelle del siamese odierno.

Lo dice il nome stesso, le origine di questo particolarissimo gatto, dal muso lungo e gli occhi blu, risalgono all’antico Siam, oggi Thailandia. A Bangkok, la capitale del Paese, sono conservati dei documenti risalenti addirittura al XIV secolo che parlano di gatti dalle caratteristiche riconducibili a quelle del siamese odierno.

Ma nel nostro mondo questi gatti non arrivarono che alla fine del XIX secolo: i primi in assoluto, pare, furono quelli che il re del Siam regalò a Owen Gould, console inglese a Bangkok, che ne fece mostra a Londra. Sulle prime non ebbero molto successo, ma già dopo pochissimi anni destarono la curiosità dei gattofili e l’amore di una serie di mercanti che, affascinati dal colore del loro mantello, dalla loro snellezza e da quegli occhi che in Europa non si erano mai visti, li portarono in Inghilterra.

Caratteristiche fisiche e carattere del gatto siamese

A quel tempo le loro caratteristiche fisiche erano decisamente diverse da quelle attuali (la razza è stata modificata più volte, dall’Ottocento agli anni Sessanta, fino ad ottenere quattro diverse variazioni di colore e forma del muso), ma al di là del loro aspetto, ad incantare gli estimatori di ieri e di oggi è soprattutto il loro carattere: i siamesi sono gatti incredibili, in qualche modo i più somiglianti ai cani. Si affezionano talmente al loro compagno a due zampe da non volersene mai separare (non disdegnano neanche qualche passeggiata insieme a lui).

Dotati di un’intelligenza particolarmente acuta, imparano velocemente una gran quantità di cose, sono facili da addestrare anche al riporto e al guinzaglio, ma miagolano spesso, per attirare l’attenzione, con un timbro di voce forte e marcato, decisamente inconfondibile. Allegri e giocherelloni, sono gatti pazienti, tanto da essere particolarmente adatti a famiglie con bambini. Convivono facilmente con altri gatti, ma anche con cani, conigli e furetti. (B.P.)

Vuoi conoscere quali sono tutte le razze di gatto esistenti? Allora clicca su “Razze di gatto dalla A alla Z” e scoprile tutte!