31 ottobre 2019

pubblicato da: PetPassion Redazione

I gatti si affezionano all’uomo, lo dice la scienza

I ricercatori dell’Università Statale dell’Oregon hanno dimostrato come anche i gatti si affezionano all’uomo.

 

Da sempre si dice che i gatti siano animali indipendenti, schivi e poco socievoli. In realtà un recente studio di un gruppo di ricercatori dell’Università Statale dell’Oregon, pubblicato sulla rivista “Current Biology” ha dimostrato come anche i felini siano in grado di affezionarsi agli esseri umani.

 

Gatti e proprietari sempre più vicini

Proprio come cani e bambini, anche i gatti sono in grado di sviluppare un legame profondo e sentito con i proprietari. Dalla ricerca è emerso come, se i felini vivono in uno stato di dipendenza con un essere umano, il loro comportamento di attaccamento varia, anche se la maggior parte di loro ritiene il proprietario come una fonte di comodità e sicurezza se si ritrova in un nuovo ambiente.

A supporto di questa tesi i ricercatori hanno condotto un test che era già stato provato sui bambini. Per questi ultimi si era notato come se chi si prende cura di loro torna dopo una breve assenza, i più piccoli sviluppano un attaccamento sicuro e tornano in breve tempo a un’esplorazione rilassata.

I bambini insicuri, invece, si attaccano in modo eccessivo a chi si prende cura di loro oppure lo evitano completamente.

Nel caso della ricerca sui gatti sono stati presi in esame felini sia cuccioli che adulti. Dopo aver passato due minuti in una stanza nuova con il suo umano, il micio veniva lasciato da solo per altri due minuti. Al ritorno del proprietario che si prende cura di loro i felini hanno dimostrato un attaccamento identico a quello trovato nei bambini: se nel caso di questi ultimi, infatti, il 65% dei più piccoli ha un attaccamento sicuro all’uomo, la stessa percentuale la si ritrova anche nei gatti, sia che siano adulti sia che siano cuccioli.

Ma non solo: dai test è emerso anche come l’attaccamento di un gatto a un essere umano sia stabile e duri anche nell’età adulta. I gatti insicuri hanno invece sviluppato un comportamento di paura e difesa, correndo a nascondersi o agendo in modo apparentemente distante. In ogni caso con questo studio è stato abbattuto il vecchio pregiudizio legato all’incapacità dei gatti di affezionarsi ai proprietari.

 

 

Fonte: http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/ragazzi/news/2019/09/23/anche-i-gatti-si-affezionano-_7482e504-0323-4425-b6e7-02f93bc8d702.html