19 aprile 2019

pubblicato da: PetPassion Redazione

Come si sceglie il trasportino per cani?

Il trasportino è un oggetto indispensabile quando si viaggia insieme ad un cane. Non resta che scegliere quello giusto.

 

Quando si decide di adottare un cane, bisogna dotarsi di una serie di oggetti indispensabili per la sua cura e il suo benessere: le prime cose che vengono in mente sono la ciotola, il guinzaglio e la cuccia, ma c’è un altro oggetto che non può mancare nel corredino di un cane. Si tratta del trasportino per cani, un oggetto indispensabile per potersi spostare con il proprio amico a quattro zampe, quando non è possibile portarlo al guinzaglio.

Ci sono varie occasioni in cui è necessario usare un trasportino per cani: quando si va dal veterinario, se ad esempio il cane non sta bene e non se la sente di camminare, oppure quando si viaggia con il cane, sia con i mezzi pubblici che con la propria auto. Il trasportino è la soluzione ideale per viaggiare con il cane nelle condizioni più comode e in totale sicurezza. In commercio ne esistono moltissime tipologie, che si differenziano tra loro per materiali e dimensioni, quindi è importante conoscere qual è quello che si adatta meglio alle esigenze del proprio cane.

 

Modelli di trasportino per cani

Il trasportino per cani è un oggetto che deve contenere l’animale anche per alcune ore, quindi è indispensabile che sia comodo e ben arieggiato, affinché possa starci nelle condizioni migliori possibili.
Le tipologie di trasportino si differenziano sia per i materiali, che per l’uso a cui sono destinati.
Ci sono almeno 5 tipi di trasportino per cani:

  1. Trasportino per cani in plastica. È forse il modello più usato, perché molto resistente e comodo per il cane. È realizzato in plastica dura ed è dotato di grate per permettere il passaggio di aria al suo interno. Si tratta del modello più richiesto per i viaggi in aereo, obbligatorio se il cane viaggia in stiva. È ideale per i cani timidi e per i cuccioli, perché garantisce una certa privacy.
  2. Trasportino per cani morbido. Si tratta di un modello più compatto rispetto al precedente, ideale per chi non ha molto spazio in casa in cui riporlo. È realizzato con stoffa e grate e la parte inferiore è resa rigida dalla presenza di una vaschetta, facile da rimuovere e pulire. È adatto a cani di taglia piccola o media, meglio se a pelo corto, perché protegge bene dagli agenti esterni.
  3. Borsetta per cani. Si tratta dell’oggetto più glamour, spesso usato dalle star di Hollywood per andare a passeggio con il proprio cane. Sono vere e proprie borsette morbide, che si chiudono con una zip, lasciando fuori solo la testa del cane. Sono adatte solo a cani di taglia piccola, ma non è detto che tutti vi stiano comodi, per cui meglio ripiegare su un altro modello, se il cane non si trova a suo agio.
  4. Gabbia per cani. È il classico modello di trasportino per cani di taglia grande in alluminio, costituito solamente da grate in tutti i suoi lati. Permette un’ottima areazione, ma non è adatto a chi non ha molto posto in casa, in quanto è molto ingombrante; a parte questo, i vantaggi sono che è comodo da pulire, è economico e facilmente reperibile in commercio.
  5. Passeggino per cani. Negli ultimi anni si stanno diffondendo anche in Italia questi passeggini pensati proprio per i cani. Non sono veri e propri trasportini, perché sono pensati più che altro per fare delle passeggiate con il cane. Sono utili in caso di cani anziani, che si stancano facilmente, in altre situazioni invece non andrebbe usato, perché il cane ha bisogno di camminare e socializzare con il mondo esterno.

 

Dimensioni del trasportino per cani

Oltre al materiale, un altro elemento fondamentale da tenere in considerazione nella scelta del trasportino è la sua dimensione, che deve adattarsi perfettamente alla taglia del cane. Ciò significa che l’animale deve potersi alzare e muoversi al suo interno, ma deve anche sentirsi protetto dall’oggetto che lo contiene.

Un trasportino per cani troppo piccolo rischia di farlo stare scomodo e non permettergli di effettuare alcun movimento; viceversa, un trasportino per cani troppo grande è altrettanto pericoloso, perché si rischia che il cane si agiti in modo eccessivo al suo interno e che possa farsi male, in caso di frenate brusche o durante una turbolenza in aereo.

L’ideale è scegliere un trasportino per cani delle giuste dimensioni, né troppo piccolo né troppo grande: il cane dovrò potersi muovere all’interno, ma senza rischiare di farsi male.

 

Trasportino per cani: misure per l’aereo

Alcune compagnie aeree accettano l’imbarco di cani, purché dotati di un trasportino delle dimensioni richieste. Ogni compagnia ha le sue regole, quindi prima di mettersi in viaggio è opportuno consultare le indicazioni fornite da ciascuna. In linea generale, se il cane è di taglia piccola e la compagnia ne permette l’imbarco, l’ideale è dotarsi di un trasportino per cani morbido, perché è più facile da posizionare sotto il seggiolino dell’aereo; nel caso invece il cane debba viaggiare in stiva, è obbligatorio acquistare un trasportino per cani rigido, delle giuste dimensioni, affinché il cane non soffra troppo durante il viaggio.

 

Le buone maniere

Come insegnare al cane ad essere educato? Bisogna lavorare con pazienza, affinché il cucciolo ricordi qual è il comportamento giusto nella vita quotidiana.

>> Scopri l’approfondimento

 

 

Approfondimento: Purina ProPlan