26 ottobre 2020

pubblicato da: Medico Veterinario

Consigli e suggerimenti su come e quando sverminare il gatto

 

Fra le patologie più frequenti nei gatti ci sono le endoparassitosi intestinali. Ma come e quando sverminare il gatto? È importante che i proprietari di gatti si adoperino per mettere in pratica misure corrette per proteggere gli animali dai parassiti.

 

Sverminazione gatto: cosa si intende?

Con il termine di sverminazione si intende il mettere in atto una terapia volta a eliminare, tramite l’uso di appositi farmaci, la presenza di parassiti dall’ospite. Nel caso dei gatti, solitamente ci si riferisce alle parassitosi intestinali.

Questo è importante sia per il benessere e la salute del gatto che per quello delle persone che convivono con il micio: alcune parassitosi intestinali sono delle zoonosi, cioè malattie che possono trasmettersi dagli animali all’uomo e viceversa. Per una corretta convivenza fra gatto e uomo, soprattutto una corretta convivenza fra gatto e eventuali neonati/bambini in casa, è fondamentale non trascurare questo aspetto della salute dei gatti.

 

Come sverminare il gatto?

Una procedura corretta riguardante il come sverminare il gatto potrebbe essere la seguente.

  • identificazione dei parassiti intestinali: è fondamentale sapere quali siano i parassiti presenti per procedere a una sverminazione del gatto corretta. Questo può essere fatto solamente tramite esame delle feci o esame coprologico.
  • Esecuzione dell’esame coprologico: starà al tuo veterinario, in base al sospetto diagnostico e alla situazione epidemiologica locale, consigliarti quale tipo di esame delle feci eseguire. Così come non esiste uno sverminante universale che elimini qualsiasi tipo di parassita presente nel gatto, non esiste un unico esame coprologico. Ci sono diverse metodiche che il veterinario potrà usare, tutto dipende da cosa sta cercando. Questo vuol dire concordare col tuo veterinario quando portargli un campione di feci, con che modalità (raccolta singola, raccolta di più giorni, conservazione del campione…) e quali esami eseguire
  • Prescrizione del farmaco più adatto: in base all’esito dell’esame delle feci, il veterinario ti prescriverà il farmaco più adatto per sverminare il gatto. Essendo che in commercio ci sono diversi farmaci e diverse formulazioni da somministrare al gatto per sverminarlo (compresse di varie dimensioni, paste, soluzioni liquide orali, spot on, iniezioni…), se sai che non è semplice dare medicine per bocca al tuo gatto o se sai che in passato ha avuto delle reazioni allergiche ad alcuni prodotti spot on, segnalalo al tuo veterinario in modo che possa prescriverti il farmaco più idoneo alla tua situazione
  • Assunzione del farmaco: sarà cura del proprietario far assumere il farmaco antiparassitario al gatto seguendo fedelmente le indicazioni e la posologia indicata dal veterinario.

 

Anche per sverminare i cuccioli di cane è necessario eseguire un esame feci: scopri come fare nel nostro articolo.

 

Quale sverminante per gatti usare?

Molti proprietari pensano che basti dare uno sverminante generico al gatto per eliminare qualsiasi parassita intestinale e le domande più frequenti riguardano infatti quale sverminante per gatti utilizzare. Però non esiste un farmaco universale capace di eliminare ogni parassita del gatto. E questo perché ci sono diversi parassiti intestinali nel gatto, considerando nematodi (vermi tondi), cestodi (vermi piatti) e protozoi. Questi sono i più comuni:

  • Toxocara cati
  • Toxascaris leonina
  • Ancylostoma tubaeforme
  • Uncinaria stenocephala
  • Taenia taeniaeformis
  • Mesocestoides spp.
  • Dipylidium caninum
  • Echinococcus multilocularis
  • Isospora spp.
  • Toxoplasma gondii
  • Hammondia spp.
  • Cryptosporidium spp.
  • Sarcocystis spp.
  • Giardia spp.

 

Le parassitosi intestinali del gatto possono essere singole (con un unico tipo di parassita presente) o multiple (con più parassiti presenti). Per questo motivo, prima di acquistare farmaci generici, è sempre meglio evitare il fai da te e far esaminare le feci dal veterinario. In questo modo sarà possibile stabilire quale parassita o quali parassiti siano presenti, in modo da prescrivere il farmaco o i farmaci più idonei.

 

Sverminare il gatto

 

Sarà cura del veterinario spiegare anche quali metodiche utilizzare per igienizzare l’ambiente o quali siano i fattori di rischio da tenere sotto controllo per limitare la frequenza di infestazioni. Un esempio potrebbe essere il Dipylidium caninum: la classica tenia che si trova nei gatti è infatti collegata alla presenza di pulci o pidocchi. In questo caso non basta sverminare il gatto, ma bisogna anche applicare correttamente gli antiparassitari esterni onde evitare continue reinfestazioni.

 

Leggi anche: Cause e sintomi della tenia nel gatto

 

Quanto costa sverminare un gatto?

Non è facile rispondere alla domanda su quanto costa sverminare un gatto, in quanto il prezzo della sverminazione dipende da diversi fattori:

  • quanti e quali parassiti siano presenti (influisce sul numero di farmaci da somministrare);
  • tipo di farmaco necessario;
  • sverminazione fatta dal proprietario a casa vs sverminazione eseguita in ambulatorio o in clinica

 

Un altro buon motivo per evitare il fai da te è non comprare un farmaco alla cieca: senza sapere quale tipo di parassita sia presente nel gatto (o quali tipi di parassiti), rischi non solo di somministrare una terapia non efficace, ma anche di dover spendere nuovamente soldi per comprare il farmaco corretto.

 

 

 

 

Fonte: ESCAPP, Guidelines: Worm Control in Dogs and Cats – PubMed, Survey of European pet owners quantifying endoparasitic infection risk and implications for deworming recommendations

Approfondimento: Purina Friskies