10 ottobre 2012

pubblicato da: Redazione PetPassion

Gatto impallinato da ignoto nel trevigiano rischia la vita. Per trovare il colpevole è stata predisposta una taglia di 2.000 euro. Sulla caso interviene il vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere degli Animali al Parlamento Europeo. Il fatto è avvenuto a Salgareda, nella zona di Vigna Dogarina. Qualche giorno fa Filippo, un gatto di proprietà, […]

Gatto impallinato da ignoto nel trevigiano rischia la vita. Per trovare il colpevole è stata predisposta una taglia di 2.000 euro. Sulla caso interviene il vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere degli Animali al Parlamento Europeo.
Il fatto è avvenuto a Salgareda, nella zona di Vigna Dogarina. Qualche giorno fa Filippo, un gatto di proprietà, è stato colpito trafitto da ben 20 pallini da caccia.
Rosa Cenari, la sua proprietaria, l’ha immediatamente soccorso ed ha presentato denuncia ai carabinieri, con tanto di radiografia alla mano. Ma ha voluto fare di più: ha disposto una taglia di 1.000 euro per chi fornirà elementi utili per individuare il responsabile. Sul caso, divenuto simbolo di lotta al maltrattamento di animali, è intervenuto l’animalista Andrea Zanoni, vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere degli Animali al Parlamento Europeo, che ha aggiunto ulteriori 1.000 euro alla taglia.
Filippo si sta riprendendo dalla terribile esperienza, ma purtroppo perderà un occhio.
In regione non è il primo caso di creudeltà nei condronti di animali, ma anche di comportamenti pericolosi verso le persone.

Gatto impallinato da ignoto nel trevigiano rischia la vita. Per trovare il colpevole è stata predisposta una taglia di 2.000 euro. Sulla caso interviene il vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere degli Animali al Parlamento Europeo.

foto gatto (fonte: sxc.hu)
foto gatto (fonte: sxc.hu)

Il fatto è avvenuto a Salgareda, nella zona di Vigna Dogarina, nel trevigiano. Qualche giorno fa Filippo, un gatto di proprietà, è stato trafitto da ben 20 pallini da caccia.

Radiografia-gatto-impallinato

Radiografia di Filippo

Rosa Cenari, la sua proprietaria, l’ha immediatamente soccorso ed ha presentato denuncia ai carabinieri, con tanto di radiografia alla mano.

Ma ha voluto fare di più: ha disposto una taglia di 1.000 euro per chi fornirà elementi utili per individuare il responsabile.
Sul caso, divenuto simbolo di lotta al maltrattamento di animali, è intervenuto l’animalista Andrea Zanoni, vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere degli Animali al Parlamento Europeo, che ha aggiunto ulteriori 1.000 euro alla taglia.

Filippo si sta riprendendo dalla terribile esperienza, ma purtroppo perderà un occhio.

In regione non è il primo caso di crudeltà nei confronti di animali, ma anche di comportamenti pericolosi verso le persone. Per combattere i casi di maltrattamento è necessario denunciare. Iscriviti al gruppo “Contro il maltrattamento di animali” e racconta la tua esperienza.

Marina Naddeo
Redazione PetPassion.TV
(Fonte: GeaPress)