8 ottobre 2018

categoria: Salute, Slider

pubblicato da: Redazione PetPassion

Influenza del gatto, come si manifesta e si cura.

Febbre, starnuti e mancanza di appetito sono alcuni sintomi dell’influenza del gatto, una patologia piuttosto comune di cui è bene conoscere cause e rimedi

 

Come per gli esseri umani anche per i mici il periodo invernale è un momento delicato dell’anno. Nei mesi più freddi di solito si diffonde una malattia molto comune nei felini: l’influenza del gatto. Conosciuta anche come rinotracheite virale felina, questa patologia presenta nei mici tutti i sintomi tipici di un raffreddore, come febbre, perdita di appetito e occhi e naso umidi. Ma quali sono le cause e i rimedi per curare l’influenza del gatto? E come è possibile prevenirla?

 

Influenza del gatto, cause e sintomi

L’influenza del gatto è una patologia molto comune, conosciuta anche come rinotracheite virale felina. Questa malattia è provocata da un virus, l’Herpesvirus, noto come FRV o FHV-1: si tratta di un ceppo altamente contagioso, che però non ha una grande resistenza nell’ambiente in cui si propaga. A differenza di altri virus l’FRV risulta essere infettivo fino a cinque mesi alle basse temperature, mentre quando il clima è caldo resiste al massimo per un mese.

L’influenza del gatto colpisce solitamente gli esemplari più giovani e anziani, oppure quelli con il sistema immunitario debole. La sua diffusione avviene molto spesso all’interno delle colonie feline, dove la presenza di molti mici rende più facile il contagio da questo virus. La propagazione si verifica tramite contatto diretto o indiretto fra gatti, persone, abiti, ciotole e attrezzature per la toeletta.

Uno dei principali sintomi dell’influenza del gatto è la temperatura elevata. Ma come capire se il gatto ha la febbre? Nel caso in cui il micio non mangia, non beve, sembra stanco o affaticato, probabilmente significa che la sua temperatura media ha superato i 38 gradi. Oltre alla febbre però, ci sono anche altri sintomi dell’influenza del gatto che è possibile osservare abbastanza facilmente:

  • perdita di appetito;
  • scolo nasale e oculare;
  • ulcere orali;
  • perdita di saliva dalla bocca;
  • congiuntivite;
  • starnuti.

 

Rimedi e prevenzione dell’influenza del gatto

I felini che contraggono l’influenza del gatto e che periodicamente presentino il ritorno di questa patologia sono probabilmente dei gatti portatori. Circa l’80% dei mici che sono apparentemente guariti rimangono invece portatori. In questi casi il felino alterna periodi di latenza in cui non presenta sintomi di influenza del gatto, a fasi di riacutizzazione della malattia, in cui invece tornano i segnali. La patologia può nuovamente manifestarsi anche al minimo stress: basta infatti che il micio entri in contatto con un suo simile che è malato, piuttosto che si trovi in fase di accoppiamento o parto, e l’influenza può tornare a farsi sentire.

Per una diagnosi corretta dell’influenza del gatto è bene portare il proprio micio dal veterinario, che saprà fare un’analisi attenta e dettagliata della sintomatologia presente. Esistono poi diversi test di laboratorio che vengono condotti sui fluidi corporei di occhi, cavo orale e sangue, e che sono in grado di identificare il virus. La terapia più comune utilizzata per curare la rinotracheite è volta a risolvere le infezioni secondarie e a migliorare lo stato di salute e nutrizione del micio: in questo senso vengono molto spesso utilizzati degli antibiotici, che non hanno effetto contro il virus ma risolvono alcuni suoi sintomi.

La prevenzione di questa malattia è attuata tramite la vaccinazione. La componente vaccinale per l’influenza del gatto è sempre inclusa nella vaccinazione primaria, proprio per via della vasta diffusione di questa patologia, e spesso anche nelle vaccinazioni annuali di richiamo. I vaccini sono utili per ridurre le conseguenze gravi che potrebbe avere la malattia, ma non in tutti i casi riescono a prevenire la contrazione del virus o impedire che i gatti diventino portatori dello stesso.

 

gatto influenza sintomi Come capire se il gatto ha la febbre

L’influenza del gatto, come abbiamo visto, è un malanno tipico di questa stagione. Capire però se il gatto ha la febbre è importante per riuscire a contrastare in tempo questa patologia, e poter applicare le cure necessarie. Ecco alcuni suggerimenti…

>> Leggi l’approfondimento

 

CREDITS:

Immagine di copertina: Shutterstok
Approfondimento: Proplan