26 settembre 2012

pubblicato da: Redazione PetPassion

Settembre mese nero per i possessori di cani del bergamasco. Il Serial Killer di cani continua a colpire indisturbato usando una tecnica macabra.   Colpisce sempre a settembre il killer seriale di cani della provincia di Bergamo che, dal 2009, attenta alla vita degli animali di Torre Boldone con polpette avvelenate alla stricnina. Il colpevole, […]

Settembre mese nero per i possessori di cani del bergamasco. Il Serial Killer di cani continua a colpire indisturbato usando una tecnica macabra.

 

Colpisce sempre a settembre il killer seriale di cani della provincia di Bergamo che, dal 2009, attenta alla vita degli animali di Torre Boldone con polpette avvelenate alla stricnina. Il colpevole, che ad oggi ha già ucciso 8 animali domestici, non è stato ancora individuato.

(foto: sxc.hu)

(foto: sxc.hu)

Nuovi casi di avvelenamento di animali: questa volta il colpevole è un killer seriale che ha l’abitudine di colpire nel mese di settembre. Dal 2009 ha ucciso 8 cani, molti di più quelli avvelenati, ma salvati da interventi tempestivi dei veterinari.

Il metodo ed il materiale utilizzato sono sempre gli stessi: bocconi di carne e lardo ripieni di stricnina. Le polpette vengono disseminate nei parchi e in tutte le aree verdi dedicate ai cani dell’hinterland di Bergamo nelle quali i proprietari portano a passeggio i loro amici a 4 zampe.

I responsabili della clinica veterinaria più vicina alla zona dei ritrovamenti, dove più volte sono state portate d’urgenza le vittime, confermano che, dall’esame tossicologico condotto su cani avvelenati e bocconi ritrovati, si tratta sicuramente di un atto doloso.

Al momento il colpevole  non è stato ancora individuato. Il Comitato per la difesa degli animali ha chiesto al sindaco ed al prefetto di intervenire con urgenza per evitare altri avvelenamenti, utilizzando le registrazioni delle numerose telecamere presenti in zona per la raccolta di indizi a supporto delle indagini in corso.

Intanto, l’invito rivolto ai proprietari che portano i cani in giro in quella zona è di tenerli al guinzaglio e di fare molta attenzione. Il veterinario aggiunge “Se dopo la passeggiata l’animale lamenta dolori, deve essere portato immediatamente in un ambulatorio: se tempestiva, infatti, la cura è efficace“.

Marina Naddeo
Redazione PetPassion.TV