28 ottobre 2020

pubblicato da: Medico Veterinario

La gravidanza di un cane dura 60 giorni? Non esattamente.

 

Molti credono che la gravidanza del cane duri 60 giorni, in realtà non è proprio così: si tratta di un numero comodo da ricordare, ma il range è variabile e dipende da quando si comincia a conteggiare l’inizio della gravidanza.

 

Come capire se il cane è in gravidanza?

Molti proprietari si chiedono come capire se il cane è in gravidanza. Ci sono due modi per fare diagnosi di gravidanza nel cane:

  • Ecografia addominale: il metodo più precoce è quello dell’ecografia addominale. Si può eseguire a partire dai 20 giorni in media, talune volte possibile anche 18, ma non prima perché non sarebbe possibile evidenziare nulla. L’ecografia permette di monitorare la crescita dei cuccioli, controllare il battito fetale ed effettuare tutte le misurazioni necessarie per accertarsi che la gravidanza e la crescita dei cuccioli proceda correttamente. Inoltre, tramite tali misurazioni, è possibile stimare anche la data del parto. L’unica cosa che l’ecografia addominale non potrà dirti con certezza è il numero di cuccioli presenti;
  • Radiografia: il metodo più tardivo è quello della radiografia. Grazie agli Rx è possibile visualizzare l’ossificazione dello scheletro dei cuccioli, che però avviene intorno al 45esimo giorno. Tuttavia, la radiografia è utile per conteggiare il numero dei cuccioli (si contano o il numero dei crani o il numero delle colonne vertebrali).

 

Il cane è in gravidanza

 

Durata della gravidanza nel cane

Ma concentriamoci ora sulla durata della gravidanza nel cane. Spesso si sente dire che la gravidanza del cane dura 60 giorni o 2 mesi. Tecnicamente è vero, ma non è un dato preciso. È un numero comodo da tenere a mente, ma che non rispecchia esattamente quello che accade nella realtà.

Quando si parla di durata della gravidanza del cane, si preferisce infatti parlare di range. Ma questo range cambia a seconda di quando si inizia a conteggiare l’inizio della gravidanza.

La maggior parte dei proprietari conteggia l’inizio della gravidanza dal momento dell’accoppiamento e questo perché non tutti fanno eseguire esami del sangue per misurare progesterone e LH (l’ormone luteinizzante) o effettuare tamponi vaginali prima dell’accoppiamento per capire quale sia il momento esatto dell’ovulazione o del picco di LH per effettuare un accoppiamento.

  • Ecco dunque che se si considera l’inizio della gravidanza con il momento dell’accoppiamento, si parla di una gravidanza che dura dai 55-56 giorni fino anche ad arrivare a 72 giorni.
  • Quando si conteggia, invece, dalla data dell’ovulazione, ecco che questo lungo range di tempo si restringe e si parla di una durata media di 63 giorni, con range che varia dai 62 ai 64 giorni.
  • Se invece si conteggia dal picco dell’LH, la durata media diventa 65 giorni, con range che varia dai 64 ai 66 giorni.

 

Per questo motivo sarebbe importante seguire le eventuali indicazioni del medico veterinario curante ed eseguire ad esempio un esame ematico specifico chiamato progesteronemia e monitorare i livelli di LH durante la fase estrale, in modo da avere un’indicazione più precisa sulla durata effettiva della gravidanza e sulla possibile data del parto.

 

 Ecco come capire quando il cane è “in calore” >>

 

Gravidanza cane: sintomi

Quali sono i sintomi della gravidanza del cane? Solitamente i sintomi di gravidanza nel cane tendono a comparire non durante le prime settimane, ma nelle ultime due settimane prima del parto vero e proprio. Se il cane si è accoppiato, potresti vedere questi segnali:

  • presenza di latte nelle mammelle (ma questo accade durante le ultime settimane di gravidanza);
  • aumento di volume delle mammelle (anche questo durante le ultime settimane di gravidanza quando i cuccioli aumentano di dimensioni);
  • il cane tende a urinare di più;
  • compaiono comportamenti materni volti a preparare il nido per il parto e per la cura dei cuccioli.

 

Talvolta potrebbe comparire del vomito, ma attenzione: molti proprietari sono convinti che il cane possa soffrire di nausee gravidiche esattamente come succede nella donna. Tuttavia, non è proprio così: se durante la gravidanza del cane compare del vomito, non bisogna sottovalutare questo sintomo pensando che si tratti di un segno collegato alla gravidanza. Infatti il vomito e la nausea, non essendo una problematica tipica e frequente durante la gravidanza del cane, devono essere sempre indicate al medico curante che potrà verificarne le eventuali cause e prevederne la conseguente gestione.

 

Gravidanza cane: sintomi del parto

La gravidanza termina con il parto. Per i proprietari non è sempre semplice notare i primi segnali dell’inizio del travaglio in quanto ci sono cani che a volte mascherano tali sintomi del parto. Questi sono alcuni segnali a cui prestare attenzione.

  • temperatura corporea: 24 ore prima del parto la temperatura corporea del cane scende tendenzialmente di un grado. Per questo motivo viene consigliato spesso di monitorarla mattino e sera in prossimità del parto per essere sicuri di individuare il momento in cui il cane dovrebbe partorire.
  • Avvicinandosi al momento del parto, il cane tenderà a diventare nervoso, ad agitarsi di più. Solo che questo non accade con tutti i cani: ci sono cani che scavano, preparano il nido, camminano agitati, mentre altri che continuano a mangiare e comportarsi normalmente.
  • Presenza di tachipnea: il cane comincia a respirare più frequentemente.
  • Alcuni cani smettono di mangiare man mano che ci si avvicina al momento del parto, ma non tutti: alcuni continuano ad alimentarsi come se non fossero in procinto di partorire.

 

A proposito di alimentazione del cane in gravidanza, scopri come curarla al meglio >>

 

 

 

 

 

Fonti: PubMed, Pregnancy management in the bitch

Approfondimento: PurinaShop