8 ottobre 2013

pubblicato da: Redazione PetPassion

Un appassionato di cani ci spiega come ha insegnato al suo cucciolo di Labrador Attila il comando “a terra”. Questo comando va insegnato al cane solo dopo che questi avrà imparato ad eseguire correttamente il comando “seduto”. Quella sdraiata è una posizione naturale per il cane. Il nostro obiettivo consiste dunque nell’aiutare il nostro amico […]

Un appassionato di cani ci spiega come ha insegnato al suo cucciolo di Labrador Attila il comando “a terra”. Questo comando va insegnato al cane solo dopo che questi avrà imparato ad eseguire correttamente il comando “seduto”.

Quella sdraiata è una posizione naturale per il cane. Il nostro obiettivo consiste dunque nell’aiutare il nostro amico ad associare la posizione giusta alla parola “terra”.

foto-cane-labrador-comando-terra-1(1) Per semplificare il primo approccio al comando, conviene partire dalla posizione “seduto”.
(2) Tenere il premio nel pugno chiuso, facendo sentire al cane l’odore del biscotto senza che possa prenderlo.

foto-cane-labrador-comando-terra-2(3) Portare il biscotto impugnato verso il basso, facendo in modo che il cane, nel seguirne l’odore, assuma naturalmente la posizione di terra.
(4) Evitate che il cane, per seguire il premio, si alzi nuovamente. In tal caso è necessario ricominciare dalla posizione “seduto”.

foto-cane-labrador-comando-terra-3(5) Per agevolare l’apprendimento del comando, eseguire un movimento ad “L”.
(6) Quando il cane avrà assunto la posizione corretta, scandire per 3 o 4 volte la parola “terra”, affinché il cane possa associarla all’azione appena compiuta. E’ arrivato il momento di consegnargli l’ambito premio e coccolarlo.

Attendere qualche minuto e ripetere per altre 3 o 4 volte l’esecuzione del comando.

VIDEO DIVERTENTE sull’esecuzione del comando “terra”

Iscriviti al Gruppo di discussione “Labrador” per conoscere Attila ed Emilio.
Vedi le altre lezioni di addestramento.

foto-cucciolo-di-labrador-miele-attila
Si ringrazia per l’intervista:

Emilio Filosa
Emilio non è nè un addestratore professionista, nè un allevatore, ma semplicemente un appassionato che ha voluto condividere le sue esperienze con chi si avvicina per la prima volta al mondo dei cani.
Tutto nasce con l’arrivo di Attila, un labrador miele: pubblica guide e consigli per l’addestramento e la gestione del cane, che poi dovrà nuovamente seguire con l’arrivo del piccolo Dante, figlio di Attila.