4 dicembre 2009

categoria: Storie di animali

pubblicato da: Redazione PetPassion

Sempre più spesso si sente parlare di incidenti che coinvolgono anche pet trasportati sui veicoli. Petpassion pensa che sia sempre meglio prevenire queste terribili situazioni, che vi possono portare a gravi perdite. Ecco qui qualche consiglio utile: 1. Non dimenticare mai che la sicurezza è il primo Valore: prima di metterti in marcia assicurati che […]

Sempre più spesso si sente parlare di incidenti che coinvolgono anche pet trasportati sui veicoli. Petpassion pensa che sia sempre meglio prevenire queste terribili situazioni, che vi possono portare a gravi perdite. Ecco qui qualche consiglio utile:

1. Non dimenticare mai che la sicurezza è il primo Valore: prima di metterti in marcia assicurati che il tuo veicolo sia sempre in piena efficienza e in regola con la revisione.

2. In caso di maltempo, diminuisci la velocità e usa la massima prudenza, specialmente di notte e su strade statali.

3. Regola secondo la tua corporatura il poggiatesta (approssimativamente 4 cm sopra la nuca), per evitare il pericoloso colpo di frusta.

4. Ricorda sempre di allacciare (e far allacciare, anche ai passeggeri sul sedile posteriore) la cintura di sicurezza.

5. Ricorda che il tuo pet deve viaggiare all’interno di un apposito trasportino o kennel, tenuto in sicurezza nel bagagliaio. Per quanto possa essere abituato a non infastidire i passeggeri e il guidatore, un rumore improvviso o una frenata potrebbero spaventarlo e far sì che salti addosso a te o agli altri passeggeri, impedendo la guida.

L’art. 169 del Nuovo Codice della Strada consente di trasportare liberamente in auto un solo pet alla volta, purché non costituisca pericolo o intralcio per il conducente dell’auto (quindi deve stare comunque sul sedile posteriore). E’ consentito il trasporto di più animali se vengono custoditi nel vano posteriore dell’auto appositamente diviso da una rete o da altro mezzo analogo; oppure tenendo gli animali (se di piccola taglia) negli appositi “contenitori da trasporto”.

E’ comunque indispensabile, prima di affrontare lunghi spostamenti, cercare di abituare il nostro pet a viaggiare in auto assieme a noi.

Prima di partire deve essere a stomaco vuoto e non dimentichiamoci di portare una ciotola e una abbondante scorta di acqua. Quando si viaggia assicuriamoci che il finestrino sia leggermente abbassato in modo da far circolare l’aria, ma non lasciamogli mettere la testa fuori perché un colpo d’aria potrebbe causargli una fastidiosa otite. Dovremo effettuare frequenti soste (al massimo ogni due ore) in modo che possa sgranchirsi le zampe e dissetarsi. Non lasciamolo mai chiuso in auto durante una giornata calda perché, anche se i finestrini sono abbassati, basta poco tempo perché la temperatura all’interno raggiunga i 40 gradi all’ombra e i 60 gradi al sole.

(C.R. – pubbliredazionale)