16 novembre 2016

pubblicato da: Redazione PetPassion

Finestre o terrazzi possono diventare pericolosi per i nostri gatti di casa. Con poche e semplice regole di sicurezza possiamo evitare che il gatto possa cadere dal balcone o farsi del male. La sicurezza dei nostri gatti di casa è una priorità, soprattutto se i felini sono abituati ad avvicinarsi o a saltare sulle finestre, […]

Finestre o terrazzi possono diventare pericolosi per i nostri gatti di casa. Con poche e semplice regole di sicurezza possiamo evitare che il gatto possa cadere dal balcone o farsi del male.

La sicurezza dei nostri gatti di casa è una priorità, soprattutto se i felini sono abituati ad avvicinarsi o a saltare sulle finestre, oppure passeggiare sul balcone o terrazzo di casa. Se la vostra casa dispone di questi spazi, e se il vostro gatto ama arrampicarsi oppure uscire a passeggiare sul balcone, sapete di cosa stiamo parlando. Di certo non possiamo evitare che il gatto scorazzi dentro e fuori casa, ma dobbiamo essere sicuri che davanzali, balconate, terrazzi non presentino nessun pericolo per la sicurezza del gatto o delle altre persone.

Prima di tutto, il pericolo è quello di rovinose cadute dal balcone. Anche se i gatti hanno grande equilibrio e prontezza di riflessi negli scatti e nei salti, possono cadere o perdere l’equilibrio in presenza di rumori forti ed improvvisi oppure in caso di un forte vento improvviso. In secondo luogo, pensiamo a vasi che possono cadere, materiali di lavoro appuntiti che possono entrare accidentalmente a portata di gatto, e a tutto ciò che, se incustodito o mal delimitato, possa provocare al nostro micio tagli, ferite, colpi accidentali oppure rovinose cadute.

Cosa dobbiamo fare per mettere in sicurezza i nostri balconi se abbiamo un gatto:

  1. Montare grate di plastica sulla ringhiera del balcone per renderla più alta: questo semplice accorgimento potrà impedire che il gatto, arrampicandosi sulla ringhiera, possa perdere l’equilibrio e cadere di sotto. Esistono in commercio semplici reti di plastica (anche trasparente) che possono essere acquistate al metro (basta misurare la lunghezza del balcone) e montate sopra la ringhiera del vostro balcone con delle reggette da elettricista.
  2. Inserire una zanzariera ad apertura regolabile nelle guide delle persiane del balcone: la zanzariera impedirà al gatto di uscire, anche se volete tenere aperte le ante del balcone.
  3. Montare pannelli di pvc o forex a copertura della ringhiera del balcone oppure come separatore tra due balconi: servono per evitare che il gatto passi tra le grate (spesso molto larghe) e possa sbilanciarsi e cadere oppure andare nel balcone del vicino. Per i balconi confinanti, spesso vengono già inseriti dei separatori a prova di ladro. Se non li avete già, potete costruire dissuasori a prova di gatto, che possono essere semplici pannelli trasparenti di forex, plexiglass o pvc, oppure reti di plastica da montare tra un balcone e l’altro.
  4. Delimitate tutte le aree del terrazzo che possono essere pericolose per il gatto: attrezzi, materiali per il giardinaggio, fertilizzanti, forbici e cesoie, vasi pericolanti, non sono certo oggetti da lasciare incustoditi. Devono essere riposti in un armadio chiuso oppure in alternativa dovete realizzare una sorta di porta/ripostiglio che permetta di separare la zona del balcone “vietata ai gatti”.

A proposito di sicurezza per il tuo gatto, potrebbe interessarti anche…

Cosa possono mangiare i gatti e cosa invece è dannoso?

I felini hanno delle esigenze nutrizionali completamente diverse da quelle umane, ecco perché non bisognerebbe mai somministrargli a cuor leggero alimenti senza prima avere le giuste informazioni, soprattutto se si tratta di avanzi: i condimenti, le spezie, i soffritti, sono tutte abitudini gustose per l’uomo ma nocive per i gatti… » Continua a leggere l’articolo

 

CREDITS:
Immagine di copertina: Shutterstock
Approfondimento sul cibo nocivo per i gatti: Purina ONE®