8 settembre 2017

pubblicato da: Redazione PetPassion

I cani possono aiutare i bambini nell’apprendimento della lettura. Non è solo una deduzione dovuta all’ottimo rapporto che si instaura tra cani e bambini, ma è il risultato di uno studio inglese sui benefici della pet therapy. Leggere ai cani aiuta l’apprendimento Sarah Ellis è una studiosa inglese che da anni si avvale della pet therapy […]

I cani possono aiutare i bambini nell’apprendimento della lettura. Non è solo una deduzione dovuta all’ottimo rapporto che si instaura tra cani e bambini, ma è il risultato di uno studio inglese sui benefici della pet therapy.

Leggere ai cani aiuta l’apprendimento
Sarah Ellis è una studiosa inglese che da anni si avvale della pet therapy per facilitare l’apprendimento della lettura nei bambini delle scuole elementari. Oggi, non solo in Europa, ma anche negli Stati Uniti, questa pratica si sta diffondendo con grande rapidità e, visti gli ottimi risultati, sta incontrando un’accoglienza sempre più entusiasta.

«Gli altri, quando perdi una parola cercano subito di aiutarti a trovarla, ti interrompono… invece Mollie se ne sta seduta lì, ti guarda e resta ad ascoltarti in silenzio, finché non leggi bene». Alexia è una bambina di sette anni di Norman in Oklahoma e Mollie è la sua amica particolarmente paziente, un cane di razza golden doodle che ogni giovedì pomeriggio ascolta per quarantacinque minuti  i bambini del paese mentre leggono.

I risultati della pet therapy
Il programma di Pet Therapy ha l’obiettivo di migliorare le capacità di lettura dei più piccoli e sta dando ottimi risultati. «I bambini sono molto eccitati dalla presenza del cane e sembrano veramente contenti di potergli leggere le favole e contemporaneamente accarezzarlo», spiega Michelle Traw, dell’associazione no profit New Leash on Life e coordinatrice del progetto. «Anche se i cani qualche volta sembrano annoiarsi, riescono a stimolare i bambini e a tener vivo il loro interesse alla lettura».

Sembra che il segreto di questa operazione stia proprio nel modo in cui i cani reagiscono alle letture, a volte molto incerte, dei bambini. Se infatti gli adulti possono mostrare disinteresse e, a volte, addirittura fastidio di fronte ai loro piccoli balbettii, non è la stessa reazione dei cani che invece pazientemente ascoltano i loro piccoli amici leggere, anche nelle loro piccole incertezze. «Questo, chiaramente, per i bambini rappresenta un grande incentivo e li invoglia ad andare avanti nonostante le difficoltà» conclude la Brinker.

I benefici nel rapporto tra cani e bambini
Il legame che si crea tra uomo e animale da compagnia è fonte di benessere e arricchimento reciproco. Per i bambini questo rapporto ha anche un valore educativo straordinario, perché rappresenta uno stimolo per la crescita affettiva e psicologica e accresce il senso di responsabilità e del piacere della reciprocità.
Leggi l’approfondimento sui benefici del cane in famiglia >>

Ecco perché dal 2004 Purina promuove la campagna educativa A Scuola di PetCare®, con l’obiettivo di diffondere il valore di questa relazione fra le nuove generazioni e le loro famiglie, sensibilizzandole al rispetto, alla cura e alle esigenze nutrizionali degli animali da compagnia per una convivenza serena e consapevole.

Segui l’hashtag #ascuoladipetcare per leggere tutte le storie di animali domestici e famiglie che hanno partecipato all’iniziativa!

a-scuola-di-petcare-scritta

a-scuola-di-petcare-dentro

Fonti: Progetto R.E.A.D. – sito italianosito americano