12 giugno 2012

pubblicato da: Redazione PetPassion

Aizzano cane contro i carabinieri : rottweiler abbattuto a colpi di pistola „Hanno tentanto di di evitare la cattura aizzando un grosso rottweiler contro i carabinieri che sono stati costretti ad abbattere il cane a colpi di pistola. È accaduto a Cercola dove i militari sono intervenuti in seguito alla segnalazione di una rapina in […]

Aizzano cane contro i carabinieri : rottweiler abbattuto a colpi di pistola
„Hanno tentanto di di evitare la cattura aizzando un grosso rottweiler contro i carabinieri che sono stati costretti ad abbattere il cane a colpi di pistola. È accaduto a Cercola dove i militari sono intervenuti in seguito alla segnalazione di una rapina in un’agenzia del Monte dei Paschi di Siena.
Al termine dell’operazione sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Giugliano con l’accusa di rapina aggravata e porto abusivo di arma da fuoco tre uomini. In manette per favoreggiamento personale sono state arrestate invece due donne di 20 e 40 anni. La vicenda: i tre uomini a bordo di una Fiat Uno erano andati nelle vicinanze della banca. Poi il colpo con un bottino da 20mila euro in contanti. Infine la fuga. I carabinieri li hanno però rintracciati a Ponticelli in un casolare di campagna.“

A Cercola, provincia di Napoli, dopo aver rapinato una banca, tre uomini cercano di evitare la cattura aizzando contro i Carabinieri un grosso rottweiler. Lo sfortunato cane è stato abbattuto con diversi colpi di pistola.

Prima hanno rapinato un’agenzia del Monte dei Paschi di Siena in Provincia di Napoli, portando via un bottino di 20.000 euro. Poi, subito dopo, sono stati scoperti dalle Forze dell’Ordine in un casolare di campagna a Ponticelli.

Per sfuggire ai Carabinieri aizzano il cane contro di loro, e gli uomini, per difendersi dalla ferocia dell’animale, sono costretti ad abbatterlo con diversi colpi di pistola.

Un bellissimo Rottweiler

Un bellissimo Rottweiler

Al termine dell’operazione tre uomini sono stati arrestati con l’accusa di rapina aggravata e porto abusivo di arma da fuoco. In manette per favoreggiamento anche due donne di 20 e 40 anni.

Purtroppo queste triste storia si è conclusa tragicamente con la morte di un cane che, ricordiamo, non è pericoloso per sua natura, ma solo se educato con metodi aggressivi e violenti contro le persone.

Fonte: http://www.napolitoday.it