Cymric, niente coda, ma tanta tenerezza

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

5 agosto 2009

categoria: Gatti di razza

pubblicato da: Redazione PetPassion

La razza è stata selezionata a partire dal Manx, che presenta il pelo corto, importato negli U.S.A. dalla Gran Bretagna negli anni ’30: il carattere del pelo lungo è presente nel Manx in forma recessiva, quindi, a livello genetico, entrambi i genitori Manx (a pelo corto) devo possedere i geni recessivi del carattere pelo lungo […]

La razza è stata selezionata a partire dal Manx, che presenta il pelo corto, importato negli U.S.A. dalla Gran Bretagna negli anni ’30: il carattere del pelo lungo è presente nel Manx in forma recessiva, quindi, a livello genetico, entrambi i genitori Manx (a pelo corto) devo possedere i geni recessivi del carattere pelo lungo per dare origine a gattini Cymric.
Il nome Cymric deriva dal celtico, e si pronuncia “cumric”.

Il mantello del Cymric è di media lunghezza, morbido e compatto, e conferisce un aspetto pesante al corpo. Non ha presenza di coda, e questo fattore è stato acquisito da una mutazione; le femmine producono cucciolate di pochi soggetti, proprio a causa del gene che provoca la mancanza della coda: purtroppo tutto questo è dovuto a un gene semi-letale, ciò vuol dire che i cuccioli omozigoti, che hanno ereditato da entrambi i genitori il gene mutato, muoiono in grembo alla madre nella fase iniziale dello sviluppo fetale.
I cuccioli invece che rimangono in vita sono quelli che ereditano solo un gene della mancanza della coda (quello mutato), mentre l’altro gene della coppia è quello della coda normale: gli allevatori, proprio per questo, normalmente incrociano soggetti senza coda con soggetti con presenza di coda, per preservare la tipologia corretta. La razza è soggetta a debolezza degli arti posteriori, portando il Cymric a non poter camminare correttamente e a non rimanere nella stazione quadrupedale. Inoltre conferisce problemi nell’evacuazione delle feci. Il gene letale impedisce lo sviluppo di un quarto dei gattini presenti in utero; per tutti questi motivi, allo scopo di evitare gravi malattie i Cymric non devono mai essere accoppiati tra di loro.

Dal punto di vista caratteriale, il Cymric ha un temperamento mediamente attivo e reattivo, non si spaventa facilemnte, è giocherellone, socievole, molto affettuoso e si adatta senza problemi alle novità. Accetta di buon grado la presenza di ospiti e di altri animali, è ben adatto alla vita in appartamento, anche se non rifiuta una vistita al giardino di casa, di tanto in tanto.

Ovviamente, il pelo semilungo richiede l’uso assiduo di una spazzola o di un pettine, al fine di essere mantenuto in buone condizioni: deve essere spazzolato con cura due volte alla settimana e può essere pettinato anche quando è bagnato. Il mantello non si infeltrisce ed è facile toelettarlo. (F.M.)