Cuccioli di Natale: arrivano le truffe

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

25 novembre 2009

pubblicato da: Redazione PetPassion

Se per Natale pensate di regalare o regalarvi un cucciolo di cane, fate molta attenzione alle truffe online: sono infatti centinaia le segnalazioni che stanno giungendo da ogni parte d’Italia relative ad annunci-truffa presenti sul web che propongono cuccioli di cani di razza a prezzi irrisori. Da un lato, si parla di cani del Camerun, […]

cagnolinoSe per Natale pensate di regalare o regalarvi un cucciolo di cane, fate molta attenzione alle truffe online: sono infatti centinaia le segnalazioni che stanno giungendo da ogni parte d’Italia relative ad annunci-truffa presenti sul web che propongono cuccioli di cani di razza a prezzi irrisori.
Da un lato, si parla di cani del Camerun, offerti a prezzi davvero ridicoli e per i quali vi verrà richiesto un pagamento anticipato variabile dai 150 ai 500 euro per le spese di viaggio. Inutile dire che, una volta incassati gli anticipi, i truffatori scompaiono e dei cuccioli promessi ovviamente neanche l’ombra.
Dall’altro, ci sono i paesi dell’Europa dell’est: il sistema è lo stesso, ma i cani sono meno costosi (circa 200 Euro), ovviamente anche qui il cucciolo non arriverà mai, e i soldi andranno perduti irrimediabilmente.
Complessivamente ad oggi sarebbero stati circa 5.000 i tentativi di truffa per una somma totale superiore ai 3 milioni di Euro (dati AIDAA).
Se proprio per Natale volete adottare un cane, fatelo in uno dei 500 canili italiani dove 150.000 cani aspettano una nuova famiglia, e se volete acquistarlo rivolgetevi ad allevatori di provata fiducia, ma non comperate mai animali via web! Vi sono casi in cui il cane effettivamente arriva, ma spesso si tratta di animali portati in Italia illegalmente, quasi sempre malati in quanto sottoposti a viaggi massacranti senza essere vaccinati e alimentati correttamente, e quindi troppo spesso destinati a morte sicura.
“Se vi imbattete in una truffa online,” consiglia il Presidente di AIDAA, Lorenzo Croce, “non date soldi ai truffatori, non comunicate i numeri di carta di credito ma denunciateli alla Polizia Postale o alla più vicina caserma dei Carabinieri”.
(C.R.)